Benessere

Dieta del magnesio per dimagrire fino a 7 chili

In un mese

La dieta del magnesio se seguita per tre settimane può far dimagrire dai 5 ai 7 chili. Si basa su un regime alimentare semplice ma vario. L’unico aspetto negativo di questa dieta è che per funzionare bene bisogna pesare tutto o quasi e rispettare la scaletta degli alimenti.

La dieta del magnesio, si basa su un minerale, il magnesio, di cui sono ricchi molti alimenti consumati quotidianamente come noci, cereali, vegetali verdi o legumi Ma vediamo cosa si mangia. Per la colazione elenchiamo quattro tipi di menù tra cui scegliere per cominciare la giornata. Primo menù: caffè con latte, due fette di pane integrale tostato con due porzioni di formaggio magro, o con rifreddo di pollo o tacchino, oppure con un cucchiaino di olio extra vergine d'oliva. Secondo menù: un bicchiere di latte con un cucchiaino di cacao in polvere e 20-30 g di cereali da colazione arricchiti con fibre. Terzo menù: infuso o té (con o senza latte), due yogurt naturali o alla frutta, un frutto o un bicchiere di succo di frutta naturale. Quarto menù: caffè con latte, due-tre biscotti integrali, 100-125 grammi di ricotta, o 50-60 grammi di formaggio fresco o due formaggini.

Per lo spuntino di metà mattina si può scegliere tra: un infuso o un caffè con latte, 50 g di noci o yogurt magro alla frutta o un frutto, oppure una fetta di pane tostato integrale con rifreddo di pollo o tacchino, o con un formaggino magro. A pranzo per tre o quattro volte a settimana bisogna consumare soltanto un piatto unico a scelta tra questi: cereali: 80 g (pesati dopo la cottura) di riso o pasta, oppure 150-200 g di patate bollite o arrosto; entrambe le proposte vanno accompagnate da verdure cotte al vapore e da un'insalata verde oppure legumi: 30-40 g (pesati a crudo) di lenticchie, fagioli o ceci, caldi o in insalata, preparati con verdure come pomodori, cipolla e peperoni.

Nei restanti giorni della settimana a pranzo si può mangiare: un primo piatto: 250-300 g di insalata mista, o 200 g di vegetali verdi come bieta, spinaci cotti al vapore o ripassati, o un piatto di passato o crema (senza panna) di verdure. Sono permessi, anche se in quantità minime, la barbabietola, il mais, i piselli, le fave e i sottaceti. Secondo piatto: 100 grammi di carne magra di vitello, manzo o maiale, o 100 g di coniglio, oppure 100 g di pollo senza pelle, o petto di tacchino sempre senza pelle, oppure 100 g di rifreddo di pollo o tacchino; oppure 125 g di pesce bianco, o 100 g di pesce azzurro, oppure 150 g di vongole, cozze, calamari o simili o ancora 100-125 g di gamberi, gamberetti o simili. Al posto della carne o del pesce si può mangiare un uovo a frittata, strapazzato o sodo. Al massimo quattro o cinque uova a settimana. Per completare: 20 g di pane integrale e un frutto.

Per la merenda del pomeriggio si può scegliere tra un infuso o un caffè con latte oppure un frutto, o uno yogurt magro, o un bicchiere non troppo grande di succo di frutta naturale appena spremuto. Come facciamo sempre in tutte le diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di consultare il proprio medico o uno specialista prima di cominciare qualsiasi tipo di regime alimentare dietetico. Questa dieta non è adatta a chi soffre di diabete, altre patologie e alle donne in gravidanza.