Curiosità

Assomac, 500 piante per il Madagascar

Azione promossa con Freedom

0

0

0

0

0

Assomac, 500 piante per il Madagascar Assomac, 500 piante per il Madagascar

Roma, 13 feb. -  Assomac, associazione nazionale che rappresenta i costruttori di tecnologie, finanzia un progetto agro-forestale attraverso la piantumazione di 500 piante in Madagascar. L'azione è promossa in collaborazione con Treedom, unica piattaforma web al mondo che permette di piantare un albero a distanza e seguirne la crescita online. “Si tratta di un'attività concreta, coinvolgente e trasparente per comunicare l'impegno dell'Associazione per la sostenibilità - afferma la presidente di Assomac Gabriella Marchioni Bocca - Un percorso pienamente coerente con i Sustainable Development Goals fissati dalle Nazioni Unite e in particolare con l'obiettivo 15, finalizzato a un uso sostenibile dell'ecosistema terrestre”.

Il progetto sottoscritto da Assomac apporta trasformazioni positive a livello ambientale, come riassorbimento CO2, riforestazione, tutela della biodiversità, contrasto dell'erosione del suolo e desertificazione, ma anche una ricaduta positiva per la comunità nel luogo prescelto. “Assomac, da sempre, è impegnata sul tema della sostenibilità, che risulta essere sempre più strategica per le aziende - continua la presidente Marchioni Bocca - Le scelte da intraprendere non sono mirate esclusivamente a interventi migliorativi del processo produttivo, ma anche alla partecipazione attiva a iniziative più ampie per la tutela del pianeta. Per questo abbiamo aderito con convinzione all'iniziativa di Treedom, grazie alla quale gli alberi piantati assorbono CO2 generando un beneficio per l'intero pianeta.”

Ogni singolo albero viene piantato, fotografato, geolocalizzato ed è visibile online: sul sito Assomac sarà possibile seguire l'evoluzione del progetto.

0

0

0

0

0

AssomacPianteMadagascar
Commenti
Assomac, 500 piante per il Madagascar
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Il 2020 sarà l'anno delle foreste
News Successiva
Coralli malati, si cureranno con un cerotto