Attualità

Studenti pendolari, interviene il PD di Vittoria

Chiesto impegno al Comune per i prossimi mesi

0

0

0

0

0

Studenti pendolari, interviene il PD di Vittoria Studenti pendolari, interviene il PD di Vittoria

Il Partito Democratico di Vittoria torna ad occuparsi dei problemi che interessano il trasporto degli alunni pendolari di Vittoria e Scoglitti. Una situazione che per molti versi è stata risolta grazie soprattutto al contributo del Commissario Giancarlo Dionisi.

“Fermo restando l'impegno proficuo da parte della Commissione Straordinaria e considerato quanto discusso durante l'incontro avutosi in data 29 Ottobre 2018 a Palazzo Iacono, con la delegazione dei Genitori degli studenti pendolari, alla presenza del Commissario Straordinario Dionisi- dichiarano dalla segreteria del Pd- ci corre l'obbligo segnalare ai Commissari quanto già descritto nella lettera inviata ieri: le famiglie degli studenti pendolari stanno cominciando nuovamente a rivivere gli stessi disagi dei mesi scorsi, risultando così nuovamente impossibilitate a sostenere le spese di trasporto per il diritto allo studio dei propri figli.

Considerato che era stato comunicato che il Comune intendeva già attuare un impegno di spesa per i mesi di Dicembre e Gennaio e successivamente, sempre il Comune, intendeva impegnarsi ad individuare nel prossimo esercizio finanziario le risorse necessarie per i mesi di Febbraio, Marzo, Aprile e Maggio, il PD chiede alla Commissione Straordinaria maggiori delucidazioni in merito alla individuazione delle somme necessarie al pagamento degli abbonamenti per il trasporto degli studenti pendolari.

 

0

0

0

0

0

PdVittoriaStudentiPendolari
Commenti
Studenti pendolari, interviene il PD di Vittoria
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Obesità infantile: da Modica proposta di legge
News Successiva
Si distende il clima fra sindacati e Asp di Ragusa