Italia

Italia

Tredicesima 2020 per alcuni in anticipo: ecco quando arriva

I pensionati riceveranno la tredicesima martedì prossimo

0

0

0

0

0

Tredicesima 2020 per alcuni in anticipo: ecco quando arriva Tredicesima 2020 per alcuni in anticipo: ecco quando arriva

Roma - Tredicesima 2020 in arrivo dal primo dicembre per i pensionati e poi, a seguire, per i lavoratori privati e pubblici. E' la Cgia, l'associazione degli artigiani di Mestre, a stilare una tabella di marcia per l'erogazione della tredicesima mensilità. Si comincia con i pensionati che, assieme al trattamento di dicembre, riceveranno la tredicesima martedì prossimo. Da quest’anno, causa Covid, precisa la Cgia, per alcuni soggetti la mensilità aggiuntiva viene pagata in anticipo. Ai pensionati che non ricevono l’accredito sul conto corrente, ad esempio, la gratifica natalizia è stata corrisposta a partire da mercoledì scorso (25 novembre). Questa modalità è stata decisa dall’Inps e da Poste Italiane allo scopo di consentire a tutti i titolari delle prestazioni di recarsi presso gli uffici postali in piena sicurezza, nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione del Coronavirus.

Ai lavoratori dipendenti del settore privato il pagamento della mensilità aggiuntiva è stabilito dal contratto nazionale di lavoro: tradizionalmente viene comunque erogata dal titolare dell’impresa entro Natale. Ai dipendenti pubblici, infine, la tredicesima viene elaborata con il cedolino paga dell’ultimo mese dell’anno; abitualmente entrambi i versamenti vengono corrisposti attorno al 20 di dicembre.

0

0

0

0

0

Tredicesima
Tredicesima duemilaeventi
Tredicesima in anticipo
Quando arriva
Commenti
Tredicesima 2020 per alcuni in anticipo: ecco quando arriva
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Tredicesima 2020 più leggera per colpa del Covid
News Successiva
Contributo a fondo perduto fino a 10 mila euro per ristoranti e pizzerie