Milano

Mediaset: nasce Mfe-Mediaforeurope, Berlusconi Jr sfida europea

Deliberata fusione delle due società

I Cda di Mediaset e di Mediaset Espana hanno deliberato la fusione delle due societa' nella nuova holding MFE-Mediaforeurope. Il Gruppo Mediaset conferma cosi' la volonta' di avviare la creazione di un polo televisivo paneuropeo.

Una volta completata l'operazione, Mediaforeurope, che avra' sede in Olanda, residenza fiscale in Italia e sara' quotata alle Borse italiana e spagnola, controllera' da subito il 100% di Mediaset e di Mediaset Espana e le sara' conferita anche la partecipazione del 9,6% in ProSiebenSat1 acquisita nei giorni scorsi. Le attivita' operative delle due societa' rimarranno in Italia e in Spagna, le sedi fiscali resteranno nei rispettivi paesi e le tasse continueranno a essere pagate in Italia e in Spagna. Identico discorso per la produzione e l'occupazione che resteranno stabilmente in Italia e Spagna.

Mediaforeurope nasce con un obiettivo industriale e un nuovo modello operativo. Pier Silvio Berlusconi, amministratore delegato Mediaset, sottolinea: "E' con soddisfazione che annunciamo di aver costituito MFE-Mediaforeurope che ha l'obiettivo di creare valore e sviluppo e diventare la Casa di un grande broadcaster europeo". "Abbiamo parlato del nostro progetto internazionale circa un anno fa e da allora ci abbiamo lavorato costantemente. Ora siamo pronti: abbiamo individuato un nuovo modello operativo che creera' efficienza e sviluppo. E oggi, in un mondo di competizione globale, creare un gruppo editoriale con dimensioni adeguate che parli al pubblico europeo diventa un fattore cruciale per il futuro.

Sara' un'operazione amministrativamente complessa - aggiunge - ma che fornira', da subito, vantaggi molto evidenti agli azionisti che ci seguiranno. Abbiamo gia' individuato 107 milioni all'anno di sinergie e risparmi che raggiungeremo entro il 2023: e questo, comunque vadano i mercati, e' un vantaggio per tutti gli azionisti. In piu', Mediaforeurope, una volta completata l'operazione, effettuera' un buy back di azioni proprie per 280 milioni ed entro il 2019 distribuira' un dividendo di 100 milioni. Voglio inoltre ribadire che le sedi fiscali delle societa' fondatrici di MFE rimarranno nei rispettivi paesi d'origine e anche la sede fiscale del nostro azionista di controllo, cioe' Fininvest, rimarra' italiana. E pensiamo che nel tempo questa integrazione in Mediaforeurope portera' ad aumentare gli investimenti produttivi proprio in Italia e Spagna".

(ITALPRESS)
 
Commenta la News