Attualità

Tv

Porta a Porta a Modica per le tradizioni di Pasqua e cioccolato

Lo storico programma di Bruno Vespa

0

0

0

0

0

Porta a Porta a Modica per le tradizioni di Pasqua e cioccolato Porta a Porta a Modica per le tradizioni di Pasqua e cioccolato

Questa mattina la troupe della trasmissione di Rai Uno Porta a Porta è stata a Modica per effettuare riprese in vista della puntata speciale che andrà in onda la prossima settimana dedicata esclusivamente alle tradizioni di Pasqua più particolari e significative in Italia.

Quella modicana è stata inserita di diritto in questa ristretta cerchia tanto da attirare la curiosità dello storico programma di Bruno Vespa che ha inviato la giornalista Paola Ferazzoli a raccontare Modica, le sue tradizioni e le sue eccellenze. Tra tutte naturalmente ha primeggiato il cioccolato raccontato dal direttore del Consorzio, Nino Scivoletto e dallo stesso Sindaco, Ignazio Abbate con l’ausilio delle immagini girate presso il “dammuso del cioccolataio” e il museo del cioccolato. “Ancora una volta – dichiara il Sindaco – l’attenzione dei media nazionali cade sulla nostra Città.

Negli ultimi tre mesi abbiamo avuto l’onore di ospitare tre nomi importanti del giornalismo culturale italiano come Alberto Angela, Licia Colò e adesso Bruno Vespa tramite una delle sue inviate di punta. Modica è ormai proiettata in una dimensione nazionale ed internazionale grazie al lavoro di promozione svolto negli ultimi anni a vari livelli. Il cioccolato, come vado ripetendo da tempo, è una preziosa chiave d’accesso che può aprire tantissime porte. Oggi con la troupe abbiamo discusso di questo, della storia e delle tradizioni della nostra Modica che in tanti ammirano e ci invidiano”. 

0

0

0

0

0

Pasqua
Porta
Porta
Rai
Cioccolato
Pasqua
Commenti
Porta a Porta a Modica per le tradizioni di Pasqua e cioccolato
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Riapre al culto la chiesa madre di Monterosso Almo
News Successiva
Si colora il reparto pediatria del Guzzardi di Vittoria