Comunicato dalla dirigente scolastica all'Amministrazione comunale

Crollo di calcinacci nella scuola materna San Francesco a Pozzallo

Ammatuna: stiamo accelerando gli interventi per ritornare alla normalità

Crollo di calcinacci nella scuola San Francesco a Pozzallo. E’ stato comunicato all’Amministrazione Comunale, dalla dirigente scolastica, che sono caduti dei calcinacci dalle volte di alcune sezioni della scuola materna.

In seguito a ciò, già ieri è cominciata l’opera di picchettatura delle volte da parte degli operai comunali, lavori che termineranno con buona probabilità lunedì prossimo. Già in questo stato, secondo i tecnici, la struttura potrebbe essere sicura, ma per avere la massima sicurezza si è deciso di affidare ad una ditta esterna la sistemazione delle volte. “Ho già inviato una nota al responsabile dell’Ufficio Tecnico – afferma il Sindaco Ammatuna – per l’affidamento all’esterno dei lavori, che dovrebbero terminare fra circa due mesi e comunque una data certa si avrà al termine dei lavori di picchettaggio”.

“Ho scritto, inoltre, una lettera al Dirigente dell’Ufficio scolastico comunale – prosegue il primo cittadino – per avviare una manifestazione di interesse per reperire i pullman che dovranno trasferire i bambini nel plesso di Palamentano”. Intanto è stato già effettuato un sopralluogo congiunto fra i tecnici del comune e gli insegnanti che hanno trovato una collocazione adeguata nella nuova struttura mentre da lunedì prenderà il via il trasferimento degli arredi. Per stabilire il numero di pullman necessari al trasferimento quotidiano dei bambini si attende la comunicazione da parte della dirigente scolastica che dovrebbe pervenire entro martedì prossimo.

“Chiudere la scuola San Francesco e trasferire i bambini nel plesso di Palamentano – conclude Roberto Ammatuna – porterà disagi alle famiglie, ma la sicurezza dei bambini viene prima di tutto e l’Amministrazione comunale sta facendo di tutto per accelerare al massimo il ritorno alla normalità, abbreviando la durata di ogni singolo interventoe spronando tutti a fare presto”.  (Foto repertorio)