Tecnologie

Sclerosi multipla, un'App aiuta pazienti e caregiver a gestire fatica

Ideata e sviluppata da un team di studenti delle Università di Modena e Reggio Emilia

0

0

0

0

0

Sclerosi multipla, un'App aiuta pazienti e caregiver a gestire fatica Sclerosi multipla, un'App aiuta pazienti e caregiver a gestire fatica

Roma, 1 lug. - Un'App che aiuta i pazienti e i caregiver a gestire la fatigue, un forte stato di stanchezza mentale e fisica che accompagna i pazienti con sclerosi multipla per lunghi periodi della loro vita, soprattutto durante i trattamenti medici: come misurarla, monitorarla, gestirla al meglio e comunicarla a famigliari e al proprio medico. E' il progetto Fuel presentato in occasione dell'evento live streaming #Connessievicini, promosso da Sanofi Genzyme in collaborazione con Aism-Associazione italiana sclerosi multipla.

L'App è stata ideata e sviluppata da un team di studenti delle Università di Modena e Reggio Emilia, Bologna e Politecnico di Milano per il contest lanciato da Sugar, network internazionale fondato nel 2011 che riunisce università, studenti e aziende in un grande progetto di Open Innovation e Design Thinking per sviluppare nuove idee. Fuel risponde alla sfida lanciata da Sanofi Genzyme nell'ambito di Sugar: come migliorare la qualità di vita delle persone con sclerosi multipla e patologie oncologiche. Chiara Pacchiarotti, laureanda sviluppatrice della App, ha spiegato che lo strumento può "analizzare come si può migliorare la fatigue a 360°, dando al paziente la possibilità di visualizzarne lo stato e quali sono i fattori che la influenzano, come nei mesi estivi ad esempio con il caldo. E questi dati potranno essere mostrati al medico per un intervento mirato".

"Da diversi anni mettiamo a disposizione delle persone con sclerosi multipla non solo terapie efficaci, ma anche servizi e iniziative che intendono contribuire al miglioramento della loro qualità di vita - ha dichiarato Marcello Cattani Country Lead e direttore generale Sanofi Italia - In stretta collaborazione con Aism nazionale e le sezioni locali, i neurologi di tutta Italia ed esperti di Nordic Walking, nutrizione, mindfulness e Tai Chi, abbiamo costruito un percorso pensato per supportare in modo olistico le persone con sclerosi multipla e i caregiver, favorendo il loro benessere fisico e quello cognitivo". "Oggi - sottolinea - abbiamo necessariamente dovuto ripensare in chiave digitale molte attività, esplorando le potenzialità offerte dalle tecnologie per dare lo stesso sostegno anche a distanza. Siamo convinti, però, che le tecnologie non debbano sostituire il medico specialista, ma possano offrire un valido supporto nella gestione di un paziente sempre più connesso, attivo informato, assistito e monitorato".

0

0

0

0

0

Sclerosi multipla
Pazienti
Caregiver
Fatica
Aism
Commenti
Sclerosi multipla, un'App aiuta pazienti e caregiver a gestire fatica
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Coca Cola sospende pubblicità per razzismo su Facebook
News Successiva
Codere, da fusione per incorporazione Fg Slot in Gap Games nasce Codwin