Regione Siciliana

Partecipiamo Ragusa su Parco degli Iblei

L'Associazione esprime soddisfazione tramite il suo direttivo

Le buone notizie riguardanti il Parco degli Iblei, l’avvio della cui istruttoria, su richiesta della Re-gione Siciliana, approderà al ministero dell’Ambiente per cui la relativa documentazione è pronta per essere vagliata dal ministro Costa, ha spinto l’associazione Partecipiamo a rivendicare l’imoegno profuso dal suo leader Giovanni Iacono sulla annosa vicenda.

Il direttivo di Partecipiamo pertanto dopo aver dichiarato “soddisfazione per il prosieguo dell'iter del Parco Nazionale degli Iblei, da parte della Regione Siciliana”, ricorda “abbiamo sempre sostenuto l'istituzione del Parco Nazionale degli Iblei che ha visto, in prima linea e fin dall'origine, impegnato Giovanni Iacono, da Consigliere, da Presidente del Consiglio Comunale, come attuale Assessore al verde del Comune di Ragusa. Il lavoro essenziale per la città di Ragusa è stato svolto da Giovanni Iacono, da Presidente del Consiglio Comunale, con l'allargamento della delimitazione del Parco che è stato triplicato e portando ad oltre 4.000 ettari per la parte di territorio comunale e salvaguardando le fonti di ap-provvigionamento idrico, superando la delimitazione del parco effettuata da Giunta e Consiglio Comunale nel 2010 che avevano ridotto il parco in una sorta di 'parcheggio' eliminando, incredibilmente, dalla delimitazione tutte le cave naturalistiche”.

Il direttivo di Partecipiamo conclude “adesso attendiamo la parte finale e definitiva che è una presa d'atto da parte del governo centrale e, finalmente, avremo il Parco Nazionale degli Iblei che è una 'manna' dal cielo e non certo la 'mannaia' che avevano voluto far credere sciagurati Sindaci, amministratori, associazioni ed operatori economici, degli anni scorsi. che hanno prodotto questi decenni di ritardo". (da.di.)