Attualità

Scuola di Vittoria vince bando nazionale Miur

Premiato il progetto dell'Istituto San Biagio insieme all'Asd Vittoria Rugby

0

0

0

0

0

Scuola di Vittoria vince bando nazionale Miur Scuola di Vittoria vince bando nazionale Miur

Una scuola di Vittoria si è classificata al primo posto in Italia per un progetto di benessere e sport, vincendo un bando del Miur: è l'Ist. S. Biagio

Scuola Vittoria vince bando nazionale Miur. “Sport benessere all’aria aperta tra i sapori e i profumi d’Italia”. E’ questo il nome del progetto che ha contribuito a rendere Vittoria città capitale della manifestazione sportiva. La buona notizia arriva da una scuola. L’ Istituto San Biagio si è classificato al primo posto vincendo un bando nazionale dal titolo “Promozione della pratica sportiva” pubblicato sulla piattaforma “Miur”.

Già stanziati 35 mila euro nelle casse dell’Istituto. L' "Ist. San Biagio” e Asd Vittoria Rugby sono riusciti ad aggiudicarsi il merito attraverso la redazione di un progetto sviluppato in due fasi. La prima con attività di fitness presso la Villa Comunale, dove, grazie ai fondi stanziati, verranno installate nuove attrezzature ginniche destinate al permanente utilizzo dell’intera collettività cittadina. In secondo luogo, con la ristrutturazione dello stesso Istituto e la costruzione di uno spazio coperto all’interno dello stadio “G. Cosimo” di Vittoria destinato alle attività scolastiche-motorie della scuola. A testimonianza dell’importante traguardo, l’Istituto parteciperà insieme ai suoi alunni all’evento “Eco-Trail Val d’Ippari” in occasione della giornata “Mano nella mano genitore e alunno insieme” previsto alla Villa comunale di Vittoria il prossimo 17 febbraio.

 

0

0

0

0

0

Scuola
Bando
Miur
Commenti
Scuola di Vittoria vince bando nazionale Miur
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Vertenza Banca Agricola Popolare di Ragusa, lettera di Schininà
News Successiva
Lavori al Castello di Donnafugata