Italia

Di Maio: italia capofila per aiutare donne afghane

Le notizie che arrivano dall'Afghanistan sui provvedimenti per le donne

0

0

0

0

0

Di Maio: italia capofila per aiutare donne afghane
Di Maio: italia capofila per aiutare donne afghane

ROMA - ’’Le notizie che arrivano dall’Afghanistan sui provvedimenti dei talebani nei confronti delle donne ci preoccupano parecchio. Proprio su questo tema oggi a New York ho presieduto un evento organizzato dall’Italia. Dobbiamo salvaguardare i risultati raggiunti negli ultimi 20 anni, per questo ci siamo posti tre obiettivi: inserire in tutti gli interventi umanitari una quota di azioni e risorse che sia rivolta a specifici programmi per la protezione dei diritti delle donne e delle ragazze afghane; promuovere un meccanismo internazionale per monitorare la situazione dei diritti umani e far valere le responsabilità per le violazioni e gli abusi in Afghanistan; sostenere i difensori dei diritti umani, le attiviste e le giornaliste che operano sia in Afghanistan che fuori dal Paese’’.

Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un post su Facebook. ’’Queste donne coraggiose rischiano ogni giorno violenze, discriminazioni e intimidazioni. E’ nostra responsabilità comune difenderle e supportare la loro azione. Questo è l’impegno che l’Italia, insieme agli altri Paesi e alle Organizzazioni internazionali, mette in cima all’agenda sull’Afghanistan. Il nostro Paese vuole essere capofila per aiutare le donne in uno dei momenti più difficili della storia del loro Paese’’, ha aggiunto.

0

0

0

0

0

Donne
Afghanerdquo
Maio
Italpress
Articolo diItalpress

Collaboratore

Commenti
Di Maio: italia capofila per aiutare donne afghane
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Ocse, frena la ripresa globale ma per l'Italia crescita record
News Successiva
Green Pass per lavorare, il 46,9% degli italiani è favorevole