Attualità

Punta Braccetto: non c'è pace per i canalotti: ora anche parcheggio abusivo FOTO

La denuncia della presidentessa di Legambiente Ragusa Nadia Tumino

0

0

0

0

0

Punta Braccetto: non c'è pace per i canalotti: ora anche parcheggio abusivo FOTO Punta Braccetto: non c'è pace per i canalotti: ora anche parcheggio abusivo FOTO

E’ stato il provvidenziale intervento di Legambiente Ragusa ad impedire che un ennesimo scempio edilizio, un parcheggio abusivo, deturpasse ulteriormente la zona dei Canalotti, a Punta Braccetto. La vicenda la racconta Nadia Tumino, presidentessa del circolo Il Carrubo di Legamiente Ragusa “abbiamo ottenuto dal Comune di Ragusa la sospensione dei lavori e la sospensione del permesso di costruire. Come se non bastassero le decine e decine di case abusive nell’area di inedificabilità assoluta non sanabili, come deciso dal CGA con la sentenza 622 del 28 giugno 2021 ora ai Canalotti spuntano anche i parcheggi abusivi”. E Nadia Tumino spiega gli ulteriori dettagli “abusivo è il parcheggio in via di costruzione di via Salso, per il quale qualcuno sta già chiedendo 5 € per parcheggiare, anche se i lavori non sono conclusi e dopo che il comune di Ragusa ha sospeso in autotutela, il permesso di costruire perché mancante della valutazione di incidenza ambientale relativa all’Area SIC di Randello, con procedimento a firma del dirigente del terzo settore in data 5 Agosto 2021.

Ma c’è di più : il parcheggio risulta all’interno della fascia di 150 metri dalla costa nella quale si possono realizzare solo le opere e gli impianti destinati alla diretta fruizione del mare”. Poi la presidentessa di legambiente Ragusa aggiunge “è questo un primo motivo valido per l’annullamento del permesso di costruire. A questo se ne aggiunge un secondo: i permessi di costruire rilasciati  in siti di natura 2000 in assenza di VINCA non possono essere sanati ex post (come da sentanza Consiglio di Stato sez. II, 28 maggio 2021 n. 4135 ) per cui il comune di Ragusa in nessun caso potrà esaminare la Valutazione di Incidenza e giungere ad un esito positivo tale da emettere un nuovo PdC confermativo del precedente”.

E Nadia Tumino conclude con un appello molto chiaro “invitiamo l’amministrazione comunale di Ragusa a seguire quanto affermato dalla giustizia amministrativa e a cominciare a riportare la legalità in un’area di straordinaria bellezza”. (da.di.)

0

0

0

0

0

Punta braccetto
Legambiente ragusa
Parcheggio abusivo
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Punta Braccetto: non c'è pace per i canalotti: ora anche parcheggio abusivo FOTO
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Scicli, divieto in spiaggia per San Lorenzo e Ferragosto: sanzioni
News Successiva
Cali di corrente elettrica, il Comune di Scicli diffida Enel