Economia

Ragusa, record di visitatori al Castello di Donnafugata

Gennaio 2020

0

0

0

0

0

Ragusa, record di visitatori al Castello di Donnafugata Ragusa, record di visitatori al Castello di Donnafugata

Gennaio 2020 si distingue per essere stato  il mese che ha fatto registrare il maggior numero di visitatori da quando il Castello di Donnafugata di Ragusa è stato aperto al pubblico. Un incremento di visitatori di ben 900 unità, pari al +59%, rispetto allo stesso mese nel 2019. “E’ un buon segno - dichiara il sindaco Peppe Cassì - che conferma l’andamento registrato dall’estate in avanti e la bontà delle scelte finora effettuate. Il 2019, sebbene generalmente considerato un anno di crisi per il turismo siciliano, ha visto Donnafugata in grado di mantenere i livelli precedenti di presenze e anzi andare controtendenza sviluppando un lieve incremento grazie alle sue aperture serali.  

Questo inizio 2020 fa ben sperare per il prosieguo dell’anno.” “Il Castello di Donnafugata - aggiunge l’architetto Nuccio Iacono - torna a registrare un incremento di visite nei periodi di bassa stagione turistica, dovuto alla presenza di numerosi gruppi provenienti da fuori città e da fuori provincia. Si tratta di istituti, enti, associazioni, club service “fidelizzati”; si tratta di gruppi che tornano a visitare il Castello e il suo Parco per riscoprirne la bellezza, attirati dalle mostre tematiche allestite a rotazione. Sono stati  diverse centinaia i visitatori ho avuto l’onore di accogliere e accompagnare lungo il percorso di visita sia all’interno che all’esterno dell’antico maniero di proprietà comunale”.

0

0

0

0

0

Castello donnafugataRecord visitatoriCastello ragusa
Commenti
Ragusa, record di visitatori al Castello di Donnafugata
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Modica, mercoledì divieto di sosta in via Aldo Moro
News Successiva
Ragusa: no ad aumento Iva per hotel e ristoranti