Politica

Marina di Ragusa, area camper: Pd replica ad assessore Barone

La nota di Chiavola e D'Asta

0

0

0

0

0

Marina di Ragusa, area camper: Pd replica ad assessore Barone Marina di Ragusa, area camper: Pd replica ad assessore Barone

Si arricchisce di un nuovo capitolo la complicata vicenda della manifestazione di interesse per il servizio di gestione biennale dell’area camper a Marina di Ragusa, capitolo che vede la contrapposizione tra l’assessore al turismo Ciccio Barone e i due consiglieri democratici Mario Chiavola e Mario D’Asta. I due consiglieri riportano una dichiarazione dell’assessore che avrebbe affemato “se i rappresentanti democratici ritengono che un’attività economica non debba pagare le tasse comunali, come si faceva in precedenza, questo è un aspetto che non ci vede assolutamente d’accordo”.

Per cui i due dem incalzano “come al solito intendono distogliere l’attenzione dalla questione reale così da non far capire niente al cittadino”. e precisano “perche’ non si fa alcun riferimento al conto economico come in altri bandi del comune?”. Poi spiegano “il problema non è che la società debba pagare o meno i vari canoni per i servizi. È chiaro che acqua, luce, gas, tassa rifiuti urbani, siano a carico del gestore. Il problema è sapere a quanto ammontano questi costi. In una gara che sia trasparente, la Stazione appaltante deve predisporre un conto economico, ovvero un probabile incasso (sulla scorta della gestione precedente) facilmente desumibile visto che il gestore ha l'obbligo di emettere ricevuta fiscale, e un probabile costo (somma dei vari canoni) ancora più facilmente desumibile perché si possono evincere dalle bollette Enel Energia, Enel Gas, canone idrico pagate dal gestore precedente, tassa rifiuti pagata anche questa dal gestore precedente.

L’impresa che intende partecipare ha così un quadro quanto più preciso per poter formulare una offerta. Sarà poi la bravura e la capacità gestionale a fare la differenza. Il Comune, invece, in questa manifestazione d’interesse, non riporta alcun dato. Scrive che la base d’asta è 4.520 euro per 24 mesi senza che il partecipante alla gara possa avere contezza di cosa rappresenti questa cifra”. Del resto, concludono Mario Chiavola e Mario D’Asta, “i dirigenti dell’ente di palazzo dell’Aquila sanno come fare perché questo è il sistema che si utilizza per il bando strisce blu. La verità è che il servizio fatto in questo modo è un servizio a perdere (per il gestore naturalmente).

Ed è per tale ragione che sollecitiamo la chiarezza necessaria per fare in modo che le imprese che non hanno contezza del conto economico siano messe nella condizione di potere partecipare al meglio”. Nei giorni scorsi, tramite un comunicato stampa di palazzo dell’Aquila era pervenuta questa informazione “sul sito istituzionale del Comune è pubblicato l’avviso di manifestazione di interesse finalizzato all’acquisizione di preventivi per l’affidamento del servizio di gestione biennale dell’area campers sita a Marina di Ragusa. La procedura verrà espletata con  modalità telematica attraverso il portale appalti eprocurement accessibile direttamente tramite la home page del sito o attraverso l’URL:   https://eprocurement.comune.ragusa.gov.it/Portale Appalti/it/homepage.wp  Il termine per la presentazione delle offerte è fissato  per le ore 12 del 19 febbraio 2020. Il valore complessivo della concessione, compresi i costi di sicurezza, è fissato in € 4.520,00”. (da.di.)

0

0

0

0

0

Area camperMarina ragusaCiccio baronePd ragusa
Commenti
Marina di Ragusa, area camper: Pd replica ad assessore Barone
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Che fine ha fatto il progetto Zero Cani in canile a Comiso?
News Successiva
Ragusa, interventi politici dei 5 Stelle