Attualità

Ragusa, nasce la prima bambina al nuovo ospedale: si chiama Chanel

Nasce la prima bambina nel reparto di ostetricia e ginecologia al Giovanni Paolo II. Si chiama Chanel e pesa 1,805 chilogrammi.

0

0

0

0

0

Ragusa, nasce la prima bambina al nuovo ospedale: si chiama Chanel Ragusa, nasce la prima bambina al nuovo ospedale: si chiama Chanel

Nasce la prima bambina nel reparto di ostetricia e ginecologia al Giovanni Paolo II. Si chiama Chanel e pesa 1,805 chilogrammi. Aveva fretta, voleva essere la prima a nascere nel reparto di Ostetricia e Ginecologia appena trasferito al Giovanni Paolo II.

Chanel, così si chiama la piccola venuta al mondo alle 7:31 di domenica mattina 24 novembre. La mamma giovanissima, di appena 16 anni, proveniente da Santa Croce Camerina racconta che le si sono rotte le membrane e il suo compagno ha chiamato il 118. Subito trasportata al Giovanni Paolo II. La piccola è nata alla trentatreesima settimana con un parto spontaneo anche se la bimba è prematura. Sta bene ed è bellissima. Ad assistere la giovane mamma la ginecologa, dott.ssa Sebastiana Ragonese, l’ostetrica Viviana Salvo e la neonatologa dott.ssa Maria D’Alessandro. Oggi nell’ospedale ragusano sono nati due altri bambini, questa volta maschietti. Si è trattato in entrambi i casi di gravidanze a termine. «Non potevamo cominciare questo trasferimento in modo migliore - aggiunge – il direttore generale - e auguro un buon lavoro a tutti gli operatori dei due nuovi reparti – ostetricia/ginecologia e UTIN - che hanno, fin dall'inizio, creduto e lavorato affinché questo trasferimento si completasse con i tempi e i modi giusti.

La nave è salpata e siamo felici di avere dato a questa comunità, dopo tanta attesa, un ospedale nuovo ed efficiente». Foto: la mamma è con il volto coperto. 

0

0

0

0

0

Nascita
Ospedale
Giovanni
Paolo
Chanel
Commenti
Ragusa, nasce la prima bambina al nuovo ospedale: si chiama Chanel
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Pozzallo, avvio impianti di riscaldamento nelle scuole
News Successiva
Pastorale della Salute: Raccontami, la cura tra le pagine a Ragusa