Immigrazione

Lamorgese: l'invasione di migranti non c'e' e i rimpatri aumentano

Nel 2019 gli arrivi sono stati circa 9.600 rispetto ai 22mila di tutto il 2018

ROMA - "Non siamo di fronte ad alcuna invasione" di migranti e "ci siamo attivati per intensificare" l'attivita' dei rimpatri. A dirlo il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, in un'intervista a "Repubblica".

"Nel 2019 gli arrivi sono stati circa 9.600 rispetto ai 22mila di tutto il 2018. I dati a cui si fa riferimento sono relativi al solo mese di settembre. Raffrontando gli sbarchi di settembre 2018 e 2019, in effetti l'incremento numerico c'e' stato, ma - sottolinea - e' riconducibile soprattutto all'aumento degli sbarchi autonomi, che non costituisce un fenomeno nuovo". Per quanto riguarda i rimpatri, "a ottobre sono sbarcati sul territorio italiano 379 tunisini e siamo riusciti a rimpatriarne 243, di cui 138 sbarcati nello stesso mese. In questo modo - spiega Lamorgese - la percentuale dei rimpatriati rispetto agli sbarcati e' di oltre il 60 per cento".

"Si', il governo e' al lavoro per modificare i contenuti" degli accordi con la Libia sui migranti mentre, conclude Lamorgese, e' "totalmente destituita di fondamento" la notizia secondo cui l'Italia sarebbe pronta ad accettare voli charter con i cosiddetti 'dublinanti' dalla Germania.

(ITALPRESS)