Italia

Due nuovi voli settimanali diretti da Roma per Toronto: dal 1 novembre

Con Air Transit

0

0

0

0

0

Due nuovi voli settimanali diretti da Roma per Toronto: dal 1 novembre Due nuovi voli settimanali diretti da Roma per Toronto: dal 1 novembre

Air Transat, dall'1 novembre, torna a offrire voli diretti fra Roma e Toronto per tutta la stagione invernale. I collegamenti diretti fra le due citta' saranno operati con Airbus A330-300. Due i voli settimanali fino a gennaio 2020: ogni venerdi' e domenica con partenze alle 13.40 e arrivo alle 17.25.

L'operativo invernale - informa la compagnia - sara' completato con 2 voli in connessione Roma-Montreal via Toronto, attivi dal 1° novembre al 14 dicembre 2019. Da Roma Fiumicino, Air Transat opera con aeromobili A330-300, configurati con 346 posti o 375 posti, offrendo tre tipologie di tariffe in classe economica: budget, standard e flex. "Siamo molto soddisfatti di questo ampliamento di Air Transat, che consentira' di allargare la base del mercato che serviamo gia' in maniera strutturale durante la stagione estiva.

Questo tipo di incremento risponde alla necessita' di destagionalizzare i flussi di traffico, offrendo un prodotto piu' stabile e strutturale. Nel 2018 abbiamo registrato 520.000 passeggeri fra Roma e il Canada, con una crescita dell'11% rispetto allo stesso periodo del 2017. L'anno in corso si sta chiudendo con dei buoni trend e un +9% sulle stesse direttrici di traffico", ha osservato Federico Scriboni, head of traffic development di Aeroporti di Roma, a margine della presentazione.

0

0

0

0

0

AirTransitNovembreVoliSettimanaliDirettiRomaToronto
Commenti
Due nuovi voli settimanali diretti da Roma per Toronto: dal 1 novembre
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Governo, Di Maio basta rincorrere Renzi, diamoci regole di ingaggio
News Successiva
Confindustria: l'italia ancora sulla soglia della crescita zero