Da luglio 2018

Lavoratori del Centro diurno Sacro Cuore a Modica senza stipendio

La Fisascat Cisl chiede incontro urgente al sindaco Abbate

I lavoratori che si occupano del servizio di assistenza ai disabili del centro diurno Sacro Cuore di Modica non percepiscono lo stipendio da luglio 2018. La Fisascat Cisl Ragusa Siracusa ha trasmesso una richiesta di incontro urgente al sindaco di Modica, Ignazio Abbate, e all’assessore ai Servizi sociali, il vice sindaco Rosario Viola.

La nota è stata inviata per conoscenza anche alla cooperativa sociale L’Arca onlus che gestisce il servizio. “I lavoratori e le loro famiglie – spiega il segretario territoriale di Ragusa della Fisascat, Salvatore Scannavino – versano in uno stato economico ormai di sofferenza assoluta. Da un confronto fatto con i responsabili della cooperativa L’Arca, sembra che la stessa debba ancora incassare dal Comune fatture del 2016, del 2017 oltre che di tutto il 2019. Pertanto è evidente che la situazione è piuttosto complessa e che i lavoratori, la cui etica e morale è indiscutibile in quanto continuano a prestare servizio, non possono rivalersi giudizialmente nei confronti del loro datore di lavoro vantando quest’ultimo crediti così elevati nei confronti del Comune.

Ecco perché si rende necessario un incontro con l’obiettivo di fare il punto della situazione e individuare, se possibile, delle soluzioni”.