Cultura

Comiso Cabaret, positivo il bilancio della Kermesse

Soddisfazione dell'assessore Ditrapani

0

0

0

0

0

Comiso Cabaret, positivo il bilancio della Kermesse Comiso Cabaret, positivo il bilancio della Kermesse

Si è conclusa a Comiso la serie di eventi, legati alla kermesse “Comiso Cabaret”, ma gli appuntamenti continuano. “Un successo che è andato oltre ogni aspettativa” ha dichiarato l’assessore Dante DiTrapani che ha aggiunto: Comiso Cabaret, sebbene organizzato in tempi ristretti, ha fatto rivivere la piazza grazie a spettacoli di livello che hanno visto la partecipazione di attori di fama nazionale.

Vedere migliaia di comisani divertirsi come da tempo non accadeva, ci ha emozionato e, soprattutto, ci conferma che la nostra città torna ad essere un punto di riferimento nel panorama ibleo, per ciò che concerne eventi prolungati nel tempo. Ma non solo Comiso Cabaret – continua l’assessore – è stato il traino, quanto anche gli altri appuntamenti teatrali e cinematografici che si sono svolti nel cortile della fondazione Bufalino. Un centro storico quindi, completamente coinvolto. Non è finita comunque. Il 27,28 e 29 settembre ci spostiamo a Pedalino per la 33^ sagra della Vendemmia, appuntamento che si ripete da ben 33 anni e che non si è mai fermato, per tornare a Comiso il 5 ottobre, nel sagrato della Chiesa madre, con la “cavalleria rusticana”.

Approfitto – conclude Dante DiTrapani – per ringraziare tutti i miei concittadini che, con la loro presenza massiccia e costante, ci hanno gratificato più di ogni altra cosa mostrando un grande apprezzamento per quanto organizzato”.

0

0

0

0

0

Spettacoli
Comiso
Cabaret
Commenti
Comiso Cabaret, positivo il bilancio della Kermesse
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Autunno ad Ibla, estemporanea di pittura a Ragusa
News Successiva
Poesia e diversità culturali nel nuovo libro di Domenico Pisana