Nanchino

Sarri contro l'Inter sfida particolare, Cr7 deve fare la differenza

Derby d'Italia

Maurizio Sarri fa capire di sentire il suo primo derby d'Italia. "Non e' una partita come le altre: si affronteranno due squadre che non potranno esprimersi al meglio, per via dell'attuale condizione fisica e dell'alto tasso di umidita'.

Cercheremo di dare continuita' a quanto fatto a inizio ripresa contro il Tottenham", ha detto il tecnico della Juve, in conferenza stampa, alla vigilia del match contro l'Inter, valido per l'International Champions Cup. La squadra bianconera deve abituarsi alle nuove idee tattiche dell'ex allenatore del Napoli, arrivato dopo la chiusura del ciclo targato Allegri: "Nel calcio non si puo' privilegiare una delle due fasi, quindi lavoriamo molto sull'attacco e anche sulla difesa. Ai giocatori chiedo molto durante l'allenamento. Mi piace vedere una squadra capace di riprodurre i ritmi partita anche durante le sedute e penso che questo gruppo possa farlo con facilita'".

Su CR7 ha le idee chiare: "Lo utilizzeremo principalmente come attaccante di sinistra, sapendo che ama accentrarsi. Lui deve fare la differenza". La Juve e' reduce dal ko contro il Tottenham. "Non mi aspetto molte differenze rispetto alla prima gara. In questo tour ci stiamo allenando poco e stiamo giocando molto, quindi la fase decisiva della preparazione sara' da fine luglio al 10 agosto", ha spiegato Sarri, che ha parlato pure di Dybala: "Potrebbe fare il 'falso nove' ma potremmo anche trovare soluzioni diverse. Per esempio potrebbe giocare come trequartista di raccordo, alle spalle di due attaccanti".

(ITALPRESS)