Non sarà un freno all'economia

Parco degli Iblei, Marcello Medica rassicura i perplessi

Soddisfazione sull'esito dell'incontro al Ministero

Il M5S Modica esprime soddisfazione sull’iter del Parco degli Iblei e rassicura gli oppositori. Marcello Medica, esprime soddisfazione sull’esito della riunione riguardante l’avvio dell’iter istitutivo del Parco degli Iblei, tenutati a Roma il 17 luglio al Ministero dell’Ambiente sotto il coordinamento del direttore generale, Maria Giarratano.

Una riunione proficua che ha permesso di fare il punto della situazione e di appurare che secondo lo studio dell’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) si tratta di “un’ottima proposta di Parco”. Un altro parco nazionale che, senza nulla da invidiare ad altri, si andrà ad aggiungere ai ventiquattro parchi nazionali già esistenti in tutta Italia e che complessivamente coprono oltre un milione e mezzo di ettari, tra terra e mare, pari al 5% circa del territorio nazionale. Una grande ricchezza per l’Italia che ne fanno, per i paesaggi incredibili e per i luoghi incontaminati che offre, una delle mete preferite dagli amanti dell’ecoturismo, come si evince facilmente dai siti più rinomati e affermati nel settore turistico. Insomma, anche l’istituendo Parco degli Iblei rappresenta, più che un freno all’economia, una grossa opportunità per tutte le comunità interessate.

Numerose e significative sono, infatti, le iniziative previste dalla legge per la promozione dello sviluppo economico e sociale delle collettività eventualmente residenti all’interno del parco e nei territori adiacenti. Si prevedono in particolare: la concessione di sovvenzioni a privati ed enti locali; la predisposizione di attrezzature, impianti di depurazione e per il risparmio energetico, servizi ed impianti di carattere turistico-naturalistico; l’agevolazione o la promozione, anche in forma cooperativa, di attività tradizionali artigianali, agro-silvo-pastorali, culturali, servizi sociali e biblioteche, restauro, anche di beni naturali, e ogni altra iniziativa atta a favorire lo sviluppo del turismo e delle attività locali connesse. Particolare attenzione meritano poi le Misure di incentivazione previste dall’art. 7 della legge 394/91. Il M5S Modica ci tiene anche a rassicurare chi nei giorni scorsi ha espresso perplessità sulle bontà del Parco degli Iblei e sulla sua proposta di perimetrazione inviata al Ministero dell’Ambiente che prevede ben quattro Livelli di Tutela, in base alla Classificazione ex. Art. 12, comma 2, della Legge 394/91.

Durante la riunione romana è emerso, inoltre, che le preoccupazioni e le osservazioni emerse durante l’incontro tenutosi lo scorso 16 luglio presso la sede del Libero Consorzio Comunale di Ragusa saranno tenute in debita considerazione e che verranno consumati tutti i passaggi per arrivare ad una proposta condivisa. Stiano, pertanto, tranquilli gli oppositori del Parco perché tutte le parti in causa hanno la possibilità d’ora in poi di presentare osservazioni e rilievi e sarà anche presentata una mappa dettagliata degli insediamenti che insistono nel territorio per arrivare ad una perimetrazione e a norme di salvaguardia che tutelino tutti i soggetti interessati.