Solo Grazia

Paul Washer a Comiso: nuova chiesa evangelica

Il 26 aprile

Una nuova chiesa evangelica a Comiso. Sarà aperto all’adorazione pubblica il prossimo 26 aprile, a Comiso, il nuovo locale di culto della chiesa cristiana evangelica “Sola Grazia”- Fondazione di Comiso. L’edificio si trova all’ingresso dell’aeroporto “Pio La Torre” ed era prima adibito, durante la permanenza dei militari, al culto cattolico romano.

Inoltre, il piazzale antistante l’edificio, sarà intitolato “Largo della Riforma Protestante”. La cerimonia inizierà alle 17,30 con la scopertura della targa d’intitolazione. Subito dopo, si svolgerà il servizio di dedicazione del locale al culto evangelico durante il quale Paul Washer, fondatore della società missionaria HeartCry predicherà sul tema “Il potere del Cristo Risorto” (sul testo del Vangelo di Luca, 24:34). Saranno presenti il prefetto, Filippina Cocuzza, il sindaco, Maria Rita Schembari, il pastore Salvo Bonaccorsi, presidente del Distretto Sicilia dell’Alleanza Evangelica Italiana, le autorità civili, militari e religiose. La Chiesa Cristiana Evangelica “Sola Grazia” – Fondazione di Comiso, è sostenuta dalla società missionaria HeartCry.

Paul Washer, oggi predicatore di fama mondiale, anni addietro, dopo una decennale esperienza missionaria di frontiera in Perù, ha percepito la necessità di sostenere in tutto il mondo dei missionari del posto che fossero membri di chiese locali che si riconoscessero nella Confessione di Fede Battista del 1689. In Italia, ci sono altri cinque missionari appartenenti alle chiese locali, ma sostenuti da HeartCry: a Porto Montovano (Mn), a Catania, a Milazzo (Me) ed a Caltanissetta. La fondazione di Comiso è sotto la supervisione della Chiesa Cristiana Evangelica “Sola Grazia” di Caltanissetta, condotta dal pastore Nazzareno Ulfo. Quest’ultima Chiesa fa parte delle Chiese Evangeliche Riformate Battiste in Italia (CERBI) e dell’Alleanza Evangelica Italiana. A guidare la Fondazione di Comiso sarà Ivan Caradonna, missionario “church planter” (fondatore di chiesa), con compiti di conduzione, di predicazione del Vangelo e di rappresentanza esterna.

I locali della chiesa, come spesso nelle realtà evangelicali, saranno utilizzati in maniera polivalente per finalità di culto e socio-assistenziali. Quest’ultime saranno svolte dall’ente di diritto civile di riferimento della chiesa, l’Associazione di Promozione Sociale “Elpis” ONLUS. I locali sono stati concessi in comodato d’uso dal comune di Comiso, tramite un bando pubblico per il potenziamento dei servizi sociali. L’associazione Elpis ha effettuato - grazie alle donazioni di HeartCry - cospicui lavori di ristrutturazione sull’edificio. Oggi, gratuitamente e con fondi propri, svolge, a favore dei soggetti svantaggiati segnalati dai Servizi Sociali del Comune, una serie di prestazioni quali il banco alimentare, il supporto psicologico e legale alle donne e ai bambini vittime di abusi domestici, il sostegno ad attività ricreative e di formazione civica dei minori provenienti da famiglie disagiate. Tutto ciò senza fare alcuna distinzione di razza, credo religioso, opinioni politiche e personali.

“In questa maniera - precisa Ivan Caradonna - la predicazione dell’Evangelo che libera e salva dal peccato e dalle sue conseguenze per la sola grazia di Dio, mediante la sola fede in Cristo Gesù, viene unita al servizio disinteressato a favore dei più deboli. Difatti, lo stesso Signore che comanda al Suo popolo di credere e annunciare la buona notizia dell’avvento del Suo Regno e della necessità di ravvedersi, è quello che lo chiama “a ricercare la giustizia, soccorrere l'oppresso, rendere giustizia all'orfano e a difendere le ragioni della vedova” (Isaia 1:17). La Fondazione di Comiso della Chiesa Cristiana Evangelica “Sola Grazia”, non riceve fondi e finanziamenti pubblici ed è indipendente da ogni partito politico.

Le sue sostanze provengono dal conferimento volontario della decima parte del guadagno dei suoi membri o da libere elargizioni. «La presenza del dottor Paul Washer, predicatore di fama mondiale, a Comiso – spiega Ivan Caradonna – ci incoraggia nel proseguire il lavoro evangelistico e diaconale appena iniziato in provincia di Ragusa, in una prospettiva cristiana di riscatto spirituale, civile e sociale, nel solco della Riforma Protestante inaugurata nel XVI secolo». Alla nuova chiesa è arrivato il messaggio augurale della Commissione referente delle Chiese Evangeliche Riformate Battiste d’Italia.