Incontro promosso dall'Associazione Nazionale Commercialisti

Contenzioso tributario e pace fiscale a Ragusa

Confronto tra commercialisti iblei

Partecipato e ricco di spunti l’incontro "Il punto sulla rottamazione e pace fiscale- Gli strumenti deflattivi del contenzioso tributario" promosso dall’Associazione nazionale commercialisti di Ragusa nella sala Avis con la dottoressa Rosanna Acierno.

Dottore commercialista in Roma, Acierno si occupa principalmente di contenzioso tributario e formazione professionale a commercialisti e avvocati in materia di accertamento, contenzioso e riscossione. E’ autrice di numerosi volumi e articoli in materia tributaria e societaria e collabora assiduamente con il quotidiano Il Sole 24 ore e con altre riviste del gruppo. “E’ il secondo incontro con la dottoressa Acierno – sottolinea il presidente di Anc Ragusa, Rosa Anna Paolino – il primo si era a svolto a novembre dell’anno scorso ma trattandosi di una materia particolare, che tra l’altro vede in scadenza la presentazione delle istanze, era importante approfondire, facendo riferimento alle ulteriori specifiche del ministero, le varie novità. Stiamo parlando di rottamazione, pace fiscale e liti pendenti.

Significa che, entro il 30 aprile, dovranno essere presentate le documentazioni necessarie e le istanze per avere l’opportunità di accedere a questo tipo di “condoni”, così indicati dal ministero anche se in realtà si tratta di pace fiscale. Ecco perché, assieme a tutti i componenti del direttivo Anc Ragusa, abbiamo deciso, essendo molto vicini ai nostri colleghi e ai professionisti che devono portare avanti questa attività per la propria clientela, di riproporre un nuovo incontro con la dottoressa Acierno. E’ quest’ultima una delle relatrici più importanti del nostro circuito e, come abbiamo detto, non è la prima volta che viene a Ragusa.

La sua rilevanza è di livello nazionale e il confronto che abbiamo potuto animare, su tutte le questioni sollevate, ci ha consentito di chiarire tutta una serie di punti oscuri su come procedere che certamente ci aiuteranno ad affrontare le tematiche che abbiamo voluto porre al centro dell’attenzione”.