Fu il primo premiato de "I ragusani nel mondo"

Morto a New York Pippo Giuffrè, il ricordo di Franco Antoci

Simbolo dell'emigrazione iblea negli USA

Franco Antoci, a nome dell'Associazione Ragusani nel Mondo, ricorda Pippo Giuffrè, premiato nella prima edizione del Premio ragusani nel mondo, del 1995 dopo la notizia dell’improvvisa scomparsa, a New York, del cav. Giuffrè, simbolo dell’emigrazione iblea negli USA, una emigrazione profondamente legata alla comunità ragusana, ai suoi valori ed alle sue tradizioni.

Grande sostenitore dell’associazionismo tra emigrati, Pippo Giuffrè è stato un attivissimo dirigente della Società Figli di Ragusa di Brooklyn, promuovendo tantissime iniziative all’insegna della solidarietà e della generosità e conquistandosi così stima e rispetto nella comunità italiana di New York. Uomo semplice e imprenditore illuminato, seppe costruire con grande dignità e laboriosità , insieme ai fratelli, nella sua nuova patria, una importante attività economica. Legatissimo alla sua terra, tornava spesso a Ragusa, coltivando amicizie, e operando del bene. Un ricordo personale di Antoci: "da neo Sindaco di Ragusa, nel lontano 1985, fui invitato a presenziare alla celebrazione del 50° anniversario della Società Figli di Ragusa e Pippo Giuffrè fu il primo ad accogliermi a New York e da quel momento nacque con lui e la sua famiglia una bella e solida amicizia, che mi rende questo momento ancora più triste; fu per me, quella occasione, la scoperta del mondo della emigrazione"

Pippo Giuffrè aveva promesso che sarebbe stato presente, la prossima estate, alla 25^ Edizione del Premio; purtroppo non potrà esserci ma il suo ricordo resterà indelebile nel cuore di coloro che lo hanno conosciuto e voluto bene.