Attualità

Pozzallo, tolleranza zero per abbandono di rifiuti: sanzioni per chi sporca

Lo annuncia una nota del sindaco di Pozzallo. Elevate 34 sanzioni

0

0

0

0

0

Pozzallo, tolleranza zero per abbandono di rifiuti: sanzioni per chi sporca Pozzallo, tolleranza zero per abbandono di rifiuti: sanzioni per chi sporca

Pozzallo - Tolleranza zero per abbandono e deposito illecito dei rifiuti, arrivano verbali e sanzioni per chi ha sporcato la città. Lo annuncia una nota del sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna. Dopo mesi di avvertimenti è già iniziata l'attività di contrasto all’abbandono dei rifiuti da parte della Polizia Locale mediante l'uso di apparecchiatura di videorispresa. Elevate 34 sanzioni per il deposito illecito dei rifiuti per la violazione dell’ordinanza sindacale n. 09 del 13/03/2020. Tale condotta verrà punita con sanzione amministrativa con un importo che va da un minimo di € 100,00 ad un massimo di € 1000,00. Si continuerà ancora nei prossimi giorni con i controlli e le sanzioni verso chiunque non contribuisce a mantenere pulita e ordinata la città. Dopo l’immenso sforzo della stragrande maggioranza dei cittadini, che con il loro virtuoso comportamento hanno contribuito a raggiungere il 70% della raccolta differenziata, occorrono ancora degli ultimi sforzi per ridurre al minimo la percentuale della raccolta indifferenziata.

Soltanto in questo modo si può ridurre la tassa dei rifiuti e mantenere Pozzallo più elegante e più ordinata.

0

0

0

0

0

Pozzallo
Rifiuti
Sanzioni
Sindaco pozzallo
Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Pozzallo, tolleranza zero per abbandono di rifiuti: sanzioni per chi sporca
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Elezioni Vittoria, Asp Ragusa: rilascio certificazioni per chi non può andare a votare
News Successiva
1 ottobre: Covid Ragusa, 575 positivi e 35 ricoverati