Cronaca

Immigrazione

Mare Jonio pagata per migranti: macchinazione ipotizzata da Procura di Ragusa è surreale

La nota diffusa ieri dalla Mediterranea Saving Humans

0

0

0

0

0

Mare Jonio pagata per migranti: macchinazione ipotizzata da Procura di Ragusa è surreale Mare Jonio pagata per migranti: macchinazione ipotizzata da Procura di Ragusa è surreale

La notizia che la Mare Jonio avrebbe incassato una "ingente somma di denaro" per prendere a bordo i migranti salvati da una nave danese continua ad essere oggetto di interventi politici e non solo. “La “macchinazione” ipotizzata oggi dalla Procura di Ragusa contro @RescueMed, come si legge in un tweet di Mediterranea Saving Umans, è talmente surreale da rendere evidente quale sia il vero obiettivo di questa operazione”. Ecco il comunicato diffuso ieri dalla Mediterranea Saving Humans poche ore dopo la nota della Procura di Ragusa. “Questa mattina all’alba è scattata una vasta operazione di polizia contro Mediterranea Saving Humans. La Procura della Repubblica di Ragusa ha coordinato perquisizioni effettuate da decine e decine di agenti in tutta Italia, in abitazioni, sedi sociali, e sulla nave Mare Jonio. Le accuse sono pesanti, ma in realtà puntano a colpire la pratica del soccorso civile in mare che Mediterranea promuove dal 2018, attraverso la sua compagnia armatoriale, Idra social shipping, che fornisce all’associazione la nave di ricerca e soccorso e cura la gestione degli equipaggi.

Il Procuratore di Ragusa, ha più volte esternato pubblicamente la sua crociata contro le Ong arrivando a sostenere che “bisogna che non passi l’idea che sottrarre i migranti dalle mani dei libici possa essere una cosa consentita”. Quello di oggi è un vero e proprio “teorema giudiziario”, in cui si ipotizza che le attività di soccorso e salvataggio siano preordinate allo scopo di lucro. La “macchinazione” ipotizzata è talmente surreale da rendere evidente quale sia il primo e vero obiettivo di questa operazione: creare quella “macchina del fango” che tante volte abbiamo visto in azione nel nostro paese, dal caso di Mimmo Lucano alle inchieste di questi giorni contro chi pratica la solidarietà ai migranti che attraversano la rotta balcanica, e sparare ad alzo zero contro chi come noi non si rassegna al fatto che da inizio gennaio ad oggi siano già centinaia le donne, uomini e bambini lasciati morire nel Mediterraneo, e si contino già a migliaia i catturati in mare e deportati nei campi di concentramento libici, finanziati con i soldi dell’Unione Europea e dell’Italia.

Le perquisizioni cercano “prove” perché in realtà l’accusa, nonostante migliaia di ore di intercettazioni telefoniche e ambientali, si fonda solo su congetture che si scioglieranno presto come neve al sole”.

0

0

0

0

0

Migranti
Mare jonio
Mediterranea saving humans
Procura ragusa
Commenti
Mare Jonio pagata per migranti: macchinazione ipotizzata da Procura di Ragusa è surreale
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Raid a Corleone, Miccichè: indagini facciano chiarezza
News Successiva
Latitante fuggito da Sicilia a Germania: torna e viene arrestato