Economia

Ragusa, comincia la sostituzione di alberi

In molte viali saranno sostituiti gli alberi di Pino domestico

0

0

0

0

0

Ragusa, comincia la sostituzione di alberi Ragusa, comincia la sostituzione di alberi

Avviato un piano di intervento, definito con  la collaborazione dell’Ordine degli Agronomi, per la sostituzione degli alberi  che hanno causato dissesti alla pavimentazione stradale e marciapiedi a Ragusa.
L’Assessorato al verde pubblico, a seguito dell’attività svolta nei mesi scorsi in collaborazione con l’Ordine degli Agronomi in tutti i viali alberati della città in cui sono stati rilevate piante di notevole dimensioni che occupano la maggior parte dei marciapiedi con accrescimenti anomali che hanno causato dissesti della pavimentazione e del manto stradale, ha approntato un primo piano di intervento di sostituzione degli alberi. Le piante da sostituire sono spesso essenze arboree del tipo “Pino domestico” la cui presenza nel contesto urbano, a causa dell’anomalo sviluppo dell’apparato radicale e della reazione della pianta al contesto in cui è stata inserita e che dista da quello naturale, si traduce spesso in danneggiamento dei manufatti con il rischio anche  per la collettività esposta all’imprevedibile verificarsi di cedimenti strutturali.

Già in passato diversi cittadini hanno chiesto l’indennizzo per i danni derivanti da cadute o inciampi sulle buche createsi. Tutti i tronchi mozzati rilevati nei viali alberati – fa presente l’assessorato al verde pubblico - sono stati tagliati negli anni precedenti all’Amministrazione Cassì e negli stessi anni, non recenti, sono state piantumate essenze in prevalenza di medio fusto in buche molto ridotte rispetto all’apparato radicale della pianta e nei marciapiedi che non consentivano uno sviluppo naturale della chioma (via Dante, via Leonardo da Vinci, viale Europa, via Dublino, via Vasco De Gama, via Archimede, ecc.). “L’Amministrazione Comunale Cassi – dichiara l’assessore  al ramo Giovanni Iacono - ha approntato il Regolamento del Patrimonio arboreo e del verde pubblico approvato in Consiglio Comunale del 27 febbraio 2020 con il quale si è regolamentata tutta l’attività del verde ed in modo particolare all’art. 28, la modalità di piantumazione dei viali alberati, fissando le larghezze minime dei marciapiedi ed una superficie libera minima adeguata allo sviluppo della pianta prevedendo altresì una protezione laterale delle buche di dimensioni idonee con elementi sottostanti che evitano le infiltrazioni dell’apparato radicale nella pavimentazione circostante.

Dopo tutti i rilievi necessari effettuati è stato approntato un primo piano di sistemazione dei viali alberati e di piantumazione di nuovi alberi e da giorno 14 febbraio 2021 i tronchi mozzati presenti in via Brin a Marina di Ragusa verranno sostituiti con 33 Tmarix (Tamarice) e si proseguirà con il Corso Italia con la piantumazione di 13 Ligustrum Japonicum ( Ligustri) ed a seguire ancora con tutti i viali alberati oggetto dell’analisi svolta nei mesi scorsi. Si utilizzerà, tra l’altro, una tecnica nuova con strumentazione acquisita recentemente dal Comune che consentirà di effettuare il delicato intervento di rimozione dei tronchi mozzati e sostituzione dei nuovi alberi con costi molto ridotti. “.

Infine si informa che nel corso di questi anni sono state anche rimosse 11 piante di Phoenix Canariensis presenti nel viale del Giardino Ibleo, su un totale di 40 piante,  per un intervento reso obbligatorio dal pericolo che oramai le piante rappresentavano essendo state ‘svuotate’ da ogni linfa vegetale a causa dell’attacco da punteruolo rosso.  Nelle prossime settimane si provvederà alla sostituzione anche delle palme abbattute con delle Washington Filifera. 

0

0

0

0

0

Articolo diRedazione

Quotidiano di Ragusa

Commenti
Ragusa, comincia la sostituzione di alberi
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Ragusa ex zona rossa: solo tasse per imprese e nessun ristoro
News Successiva
Consumi, Federdistribuzione: Serve piano incentivi per rilancio