Tecnologie

Apple, Tar Lazio conferma multa comminata da Antitrust

Altroconsumo, 'riconosciuta l'obsolescenza programmata come pratica scorretta'

0

0

0

0

0

Apple, Tar Lazio conferma multa comminata da Antitrust Apple, Tar Lazio conferma multa comminata da Antitrust

Roma, 30 mag. - Il Tar del Lazio si è espresso in merito al ricorso presentato da Apple contro la sanzione dell'Antitrust per obsolescenza precoce, negando al colosso statunitense la richiesta di annullare la decisione dell'Autorità. A commentare la decisione del tribunale amministrativo che indica come legittima la multa da 10 milioni di euro inflitta nel settembre 2018 dall'Antitrust ad Apple per pratiche commerciali scorrette è Altroconsumo.

"Dopo le segnalazioni dei consumatori condivise da Altroconsumo già nel 2014, si era chiusa nel 2018 l'istruttoria dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato con la sanzione di 10 milioni di euro nei confronti di Apple per pratiche commerciali scorrette e aggressive consistenti nell'aggiornamento dei device senza una opportuna comunicazione ai clienti delle conseguenze causate dall'installazione, come lo spegnimento improvviso" ricorda l'associazione.

Apple ha quindi fatto ricorso contro la sanzione imposta dall'Antitrust, ma il Tar del Lazio "ha rigettato la richiesta riconoscendo per la prima volta in Italia l'obsolescenza programmata come pratica scorretta e aggressiva nei confronti dei consumatori". La decisione conferma che Apple ha sviluppato e suggerito gli aggiornamenti del firmware iOS 10 e 10.1.2 per gli iPhone 6/6Plus/6s/6sPlus, già acquistati dai consumatori, che ne modificavano le caratteristiche funzionali e ne riducevano in maniera sensibile le prestazioni, inducendoli in errore circa la decisione di procedere all'installazione di tali aggiornamenti.

0

0

0

0

0

Apple
Tar lazio
Multa
Antitrust
Commenti
Apple, Tar Lazio conferma multa comminata da Antitrust
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Fibra ottica di Open Fiber raggiunge Ragusa, investimento da 8 mln
News Successiva
Frodi via telefono: attenti al vishing: ecco cosa succede