Sicilia

Uccisi a colpi di fucile mentre rubavano arance

Sparatoria in un agrumeto di Siracusa

0

0

0

0

0

Uccisi a colpi di fucile mentre rubavano arance Uccisi a colpi di fucile mentre rubavano arance

SIRACUSA, 11 FEB - Svolta nelle indagini sulla sparatoria in un agrumeto di contrada Xirumi in cui sono stati uccise due persone e ferita gravemente una terza. La Procura di Siracusa ha disposto il fermo per duplice omicidio e tentato omicidio del guardiano del fondo, il 42enne Giuseppe Sallemi.  Secondo una prima ricostruzione, al vaglio del procuratore di Siracusa, Sabrina Gambino e del sostituto Andrea Palmieri, l'uomo avrebbe sparato contro quelli che riteneva fossero dei ladri di arance. Il fermo è stato eseguito dalla squadra mobile di Catania.

Sarebbe stato a uccidere con colpi di fucile da caccia Massimo Casella, 47 anni, e Agatino Saraniti, di 19, e ferito gravemente all'addome il 36enne Gregorio Signorelli, che è ricoverato con la prognosi riservata all'ospedale Garibaldi-Centro di Catania.

0

0

0

0

0

UccisiFucileRubavanoArance
Commenti
Uccisi a colpi di fucile mentre rubavano arance
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Coronavirus in Sicilia, controlli all'aeroporto di Palermo
News Successiva
Siracusa, sostituzione condotta fognaria