Economia

Mercatone Uno, Di Maio: sbloccheremo subito cassa integrazione

1.800 lavoratori lasciati in strada

"La storia di Mercatone Uno e' scandalosa. 1800 lavoratori lasciati in strada da un giorno all'altro: sono andati al lavoro e hanno letteralmente trovato chiuse le serrande dei punti vendita di tutta Italia. Ci sono centinaia di fornitori non pagati e circa 10.000 dipendenti che lavorano per quei fornitori.

Ho preso l'impegno di seguire personalmente la vicenda di questi lavoratori e questa azienda e oggi arriva la prima risposta: il Fondo apposito per le vittime di mancati pagamenti, da 30 milioni di euro, verra' esteso anche ai fornitori di Mercatone Uno, nel caso in cui l'azienda venisse imputata di bancarotta fraudolenta". Lo scrive su Facebook il vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio. "Questo lo faremo gia' la settimana prossima, grazie a un emendamento che presentiamo al decreto legge Crescita.

Non dimentico, ovviamente, i 1800 dipendenti che dalla settimana scorsa sono rimasti senza lavoro - aggiunge -. Per loro sblocchero' subito la cassa integrazione, non appena il Tribunale autorizzera' la procedura di amministrazione straordinaria. E' chiaro che la cassa integrazione non dura in eterno e che e' necessario trovare un investitore per Mercatone Uno che possa avviare la cosiddetta reindustrializzazione, con un solo obiettivo: dare un futuro certo a queste persone e alle loro famiglie. Non molliamo, non mollate, siamo dalla vostra parte!".

(ITALPRESS)