Per risolvere il problema del pronto soccorso al Guzzardi

Da oggi sospese le attività del PTE di Scoglitti

Lunedì ci sarà un incontro per trovare nuove soluzioni

Arrivano le prime soluzioni, se così vogliamo definirle, per ovviare alla carenza cronica di personale nei pronto soccorso degli ospedali di Ragusa, ed in particolare dell’ospedale Guzzardi di Vittoria. Qui i ripetuti bandi di assunzione di personale, sono andati tutti deserti e allora la direzione strategica, ha assunto un provvedimento tampone.

Sospese le attività del presidio territoriale di emergenza di Scoglitti, a partire da oggi 1° febbraio e disposta l’assegnazione del personale medico infermieristico di Scoglitti, al Pronto soccorso di Vittoria. Più che una soluzione è evidente che si tratta di un pannicello caldo che, più che una soluzione, rappresenta un palliativo che servirà solo a rimandare il problema di qualche mese. E’ palese infatti, che la decisione dovrà essere riconsiderata con l’avvio stagionale della guardia medica turistica di Scoglitti. Nel frattempo il provvedimento straordinario fa già registrare le perplessità dei residenti nella frazione rivierasca vittoriese, ma l’azienda rassicura sul fatto che sarà garantita la continuità assistenziale ai cittadini di Scoglitti, con la presenza di una guardia medica nei locali dello smantellato PTE. Nel giro di qualche giorno si vedrà se il pannicello caldo porterà sollievo agli utenti del pronto soccorso di Vittoria, mentre per gli altri nosocomi si aspettano altri provvedimenti, magari più efficaci e definitivi.

Intanto oggi sulla vicenda è intervenuta l'Asp che rassicura gli utenti, dichiarando che non si intende mettere a rischio la vita delle persone e che lunedì ci sarà un incontro con i medici dell'emergenza del territorio per trovare nuove soluzioni, a cominciare dalla presenza di un'ambulanza medicalizzata per tutte le emergenze.