Attualità

Asp Ragusa

Bollettino Covid Ragusa, 978 positivi: morto un modicano

I dati del bollettino dell'Asp di Ragusa

1

0

0

0

1

Bollettino Covid Ragusa, 978 positivi: morto un modicano Bollettino Covid Ragusa, 978 positivi: morto un modicano

Sono ancora in aumento i positivi al Covid 19 in provincia di Ragusa. I contagiati al virus Covid in totale sono 978 di cui 910 in isolamento domiciliare, 56 ricoverati in ospedale e 13 nella Rsa Covid di Ragusa. Sono questi i dati del bollettino dell’Asp di Ragusa di oggi, 5 aprile 2021.  I guariti salgono a 8.510 e anche i morti salgono a 221. Un morto nelle ultime 24 ore. Si tratta di un 83enne di Modica morto nel reparto di Malattie Infettive del Giovanni Paolo II. Ecco i dati dei 56 ricoverati negli ospedali iblei: 53 in ospedale al Giovanni Paolo II di Ragusa di cui 25 nel reparto di Malattie Infettive (25 del Ragusano e 1 provenienti da fuori provincia), 14 in Rianimazione (12 del Ragusano e 2 proveniente da fuori provincia) e 13 in area Grigia (13 residenti in provincia) e 3 in area Covid  (residente in provincia) all’ospedale Guzzardi di Vittoria.

Ecco i dati Covid aggiornati ad oggi 5 aprile 2021 nei vari Comuni Iblei:
33 (-1) Acate
8 Chiaramonte Gulfi
125 (+1) Comiso
7 (+2) Giarratana
18 Ispica
70 (+10) Modica
4 (+2) Monterosso
31 Pozzallo
264 (+4) Ragusa
54 (+4) Santa Croce Camerina
177 (-9)  Scicli
119 (+16) Vittoria

Ecco i dati aggiornati ad oggi dei test Covid: 111.254 tamponi molecolari, 22.327 test sierologici, 270.496 test rapidi per un totale di 404.077.

1

0

0

0

1

Covid ragusa
Positivi ragusa
Bollettino covid
Articolo diFelicia Rinzo

Giornalista

Commenti
Bollettino Covid Ragusa, 978 positivi: morto un modicano
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Covid, Ragusa prossima zona rossa
News Successiva
Zona rossa e zona arancione, novità per bar e palestra: cosa può cambiare