Governo

9 novembre il giorno della libertà

Confermata il 15 aprile 2005

ROMA - Il Governo italiano con la legge 61, confermata il 15 aprile 2005, dichiaro' il 9 novembre "giorno della liberta'", che rappresenta una ricorrenza annuale.

In occasione di questa data e' stata realizzata una trasmissione, che andra' in onda su Raitre in seconda serata il 9 novembre dal titolo "Il giorno della liberta'". La regia e' di Luca Verdone. Hanno preso parte parte alla trasmissione Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera; Carlo Verdelli, direttore di Repubblica; Marco Tarquinio, direttore di Avvenire; il regista Pupi Avati; i giovani giornalisti di Radioimmaginaria; lo scrittore albanese Besnik Mustafaj e la Presidente dell'UCEI Noemi Di Segni. Ci sara' un video con le parole del presidente della Germania Frank-Walter Steinmeier. Le riflessioni dell'ambasciatore della Germania in Italia, Viktor Elbling, apriranno e chiuderanno il lavoro.

I musicisti che hanno realizzato l'omaggio per la Germania Unita sono i maestri Carlo Boccadoro, e Fabio Vacchi, con due composizioni interpretate dal maestro Enrico Dindo; mentre le canzoni: I'll meet you again, Berlin im Licht di Kurt Weill e Ave Maria di Schubert-Bono sono interpretate da Claudia Sasso, Floriana Cicia, Giovanni Caccamo e Giuseppe Infantino. Gli arrangiamenti sono del maestro Beppe D'Onghia e la direzione artistica e' di Nicoletta Mantovani Pavarotti. Autori del programma: Cristiano Leone, Maria Gazzetti e Paola Severini Melograni a cui e' affidata anche la conduzione. Le riprese si sono svolte al Museo Nazionale Romano di Palazzo Altemps, in Roma, in particolare nella Sala Grande del Galata.

(ITALPRESS)