Differenziata

Ragusa e Trapani le province più virtuose in Sicilia per raccolta carta e cartone

La Sicilia è la regione d'Italia con il più alto tasso di crescita nella raccolta differenziata

Ragusa e Trapani le province più virtuose per raccolta pro capite, ma tutte le province registrano un segno positivo. La Sicilia è la regione con il più alto tasso di crescita nella raccolta differenziata di carta e cartone, registrando un +31,5% rispetto al 2017.

E’ quanto emerso dal 24° rapporto nazionale presentato da Comieco, il Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli imballaggi a base cellulosica. Le tonnellate di carta e cartone raccolte nell'ultimo anno in Sicilia ammontano a più di 146 mila, rispetto alle 111 mila del 2017 (35 mila tonnellate in più) pari a una raccolta pro capite di 29 kg/ab. Quest’ultimo dato, se confrontato con la media del Sud Italia (38,1 Kg/ab) e a maggior ragione con quella nazionale (56,3 kg/ab), indica come i margini di miglioramento siano ancora notevoli ma i segnali positivi del 2018 confermano il cambio di passo della regione.

Analizzando i dati relativi alle province, le migliori performance arrivano da Ragusa e Trapani, prima e seconda per raccolta pro capite, rispettivamente con 33,9 kg/ab. e 32,2 kg/ab, ma tutte hanno comunque registrato miglioramenti significativi rispetto al 2017. E’ certo che sia aumentata in maniera diffusa la sensibilità nei confronti dei temi legati alla tutela dell’ambiente da parte dei cittadini, sempre più attenti nel fare correttamente la raccolta differenziata. Dietro buoni risultati non c’è solo l’impegno del cittadino, ma anche un sistema di gestione efficace ed efficiente capace di garantire a qualunque condizione il ritiro e l’avvio a riciclo degli imballaggi nella regione e su tutto il territorio nazionale.

In particolare, in Sicilia, sono presenti 33 piattaforme convenzionate per il riciclo e una cartiera. "Al Sud, che da solo contribuisce al 50% dei nuovi volumi nazionali, stiamo raccogliendo i frutti delle risorse investite negli ultimi anni”, dichiara Carlo Montalbetti, Direttore Generale di Comieco, “Tutte le regioni del mezzogiorno concorrono in termini positivi, ma ad emergere è il dato della Sicilia, dove si è confermato il trend già molto positivo dell'anno scorso: il tasso di crescita del 31,5% non ha eguali in Italia. A fronte del materiale cellulosico proveniente da raccolta differenziata e dato in gestione al Consorzio nel 2018, Comieco ha riconosciuto circa 6,3 milioni di euro in corrispettivi economici ai 351 Comuni siciliani in convenzione”.

In 21 anni di operatività del sistema consortile, i Comuni italiani hanno ricevuto complessivamente da Comieco oltre 1,6 miliardi di euro in corrispettivi economici a sostegno della raccolta differenziata di carta e cartone: risorse importanti che hanno contribuito alla crescita e alla sempre maggiore efficienza del sistema di gestione dei rifiuti urbani. Complessivamente, il rapporto ha fotografato una situazione molto positiva sia a livello nazionale, 3,4 milioni di tonnellate di carta e cartone raccolte nel 2018, con un aumento complessivo del 4% rispetto al 2017, che per l'area del sud Italia, dove la crescita complessiva delle regioni meridionali (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Sicilia e Sardegna) ha toccato un +9%, con 795.000 tonnellate raccolte e una produzione di 38,1 kg/ab.