Si è parlato di stabilizzazione e problemi del personale

Personale Asp Ragusa, incontro tra Aliquò e Passanisi

Passanisi soddisfatto della disponibilità mostrata da Aliquò

Carenza di personale Asp, stabilizzazione e contratti di lavoro, il coordinamento Cisl Fp, guidato dal segretario generale Ragusa Siracusa, Daniele Passanisi, ha incontrato il commissario straordinario dell’Asp di Ragusa, Angelo Aliquò, per confrontarsi su tematiche di primaria importanza per l’azienda sanitaria e per il personale dipendente.

La Cisl Fp ha subito evidenziato la necessità di avviare le trattative sia per formulare il Ccni dell’azienda da adeguare al nuovo Ccnl comparto Sanità che l’atto aziendale e, quindi, la dotazione organica alla luce della nuova rete ospedaliera. E’ stato fatto notare come questi punti di partenza siano necessari da concludere in tempi rapidi al fine di poter risolvere in modo pragmatico le annose questioni che attanagliano l’Asp 7 e che la Cisl Fp ha più volte cercato di mettere in evidenza nella maniera più opportuna. “Per quanto riguarda la carenza di personale – sottolinea Passanisi – occhi puntati su infermieri, fisioterapisti, Oss (per i quali è stato ottenuto l’impegno di avviare corsi di formazione per il personale interessato ad acquisire tale qualifica), ausiliari (è stato chiesto di aumentare il monte ore dei servizi aggiuntivi), personale tecnico addetto alla manutenzione e altre figura ancora.

Si è parlato anche di coordinamenti, per i quali si stanno predisponendo i tavoli tecnici, e di posizioni organizzative. Passanisi ha chiesto di avviare i percorsi di progressioni economiche per tutti i dipendenti e di progressioni verticali a Bs (autisti di ambulanza, cuochi e altre figure ancora) e a Ds. E poi i temi della stabilizzazione del personale contrattista ed Asu alla luce delle legge di stabilità regionale del 2019 e della sentenza del Tar di Palermo. Inoltre, ci si è soffermati sulla mobilità del personale del comparto, al fine di dare loro la possibilità di rimanere nell’Asp ragusana e, quindi, vicini agli affetti familiari. “Abbiamo apprezzato - conclude il segretario - la disponibilità del commissario, non solo per le attenzioni che ha riservato alle nostre richieste, ma anche e soprattutto per gli impegni assunti. Ci ha chiarito che terrà in debita considerazione le nostre istanze e farà il possibile per risolvere tutte le problematiche che gli abbiamo esposto”.