Italia

Mulino Bianco: 1 mln colazioni donate a Cri, aiuto a chi è in difficoltà

Marchio del Gruppo Barilla

0

0

0

0

0

Mulino Bianco: 1 mln colazioni donate a Cri, aiuto a chi è in difficoltà Mulino Bianco: 1 mln colazioni donate a Cri, aiuto a chi è in difficoltà

Roma, 26 mag. - Per dare un segno concreto di vicinanza agli italiani che più di tutti stanno soffrendo il contraccolpo sociale ed economico del Coronavirus, Mulino Bianco, marchio del Gruppo Barilla da anni impegnato nel donare i propri prodotti ad associazioni che si dedicano alla raccolta di alimenti per aiutare i bisognosi, ha deciso di devolvere alla Croce Rossa Italiana una quantità di prodotto sufficiente a garantire 1 milione di colazioni a sostegno delle persone in difficoltà. E le colazioni donate sono destinate ad aumentare grazie a un appello lanciato ai propri consumatori attivi sulla piattaforma Nelmulinochevorrei.

Nei suoi 6 stabilimenti presenti in Italia - Novara, Castiglione delle Stiviere (Mn), Cremona, Rubbiano (Pr), Ascoli Piceno, Melfi (Pz) - tutti i dipendenti, anche in quarantena, hanno continuato a lavorare regolarmente, adottando le più adeguate misure di precauzione a tutela della salute e sicurezza per far arrivare i prodotti Mulino Bianco a tutte le persone che li desiderano.

“Mulino Bianco nasce nel 1975 - afferma Julia Schwoerer, vicepresident Marketing Mulino Bianco e Pan di Stelle - in un periodo molto difficile della nostra storia, segnato dal terrorismo e dalla cosiddetta austerity, la crisi petrolifera globale. Da subito diventa un simbolo forte di ottimismo, rifiuto e fuga dal caos e dalla frenesia, indicando nel ritorno alla vita semplice e genuina, di 'quando i mulini erano bianchi' una strada alternativa, per tornare ad avere fiducia in un mondo migliore. Il successo di Mulino Bianco dura da 45 anni perchè nel tempo abbiamo dato a questa visione sempre più elementi di concretezza, come il miglioramento continuo delle ricette, tutte senza olio di palma e nel tempo ottimizzate sotto il profilo nutrizionale, il lancio della Carta del Mulino, progetto di filiera che garantirà di poter utilizzare farina di grano tenero da agricoltura sostenibile in tutti i biscotti entro il 2020, l'utilizzo di confezioni 100% riciclabili entro il 2020, che ci hanno permesso di rendere più vicino e tangibile il nostro sogno e mantenere uno stretto e profondo legame con gli italiani e lo spirito del nostro tempo”.

"Da 45 anni, infatti, l'impegno di Mulino Bianco è quello di portare alle persone la gioia che solo il cibo ben fatto può dare, pensando ai gusti e alle esigenze di tutti. E la sua ampia gamma di prodotti (circa 140 referenze) ne è una dimostrazione: biscotti e dolcetti morbidi o friabili, croccanti fette biscottate preparate con materie prime accuratamente selezionate e controllate, merendine e torte per tutti i giorni o per festeggiare occasioni speciali. E, ancora, pani morbidi e piadine, grissini e cracker", sottolinea una nota dell'azienda.

"Dietro a questo universo di prodotti pensati per tutti i momenti della giornata c'è un saper fare che ha le sue radici nella tradizione dolciaria italiana, unito ad anni di ricerca e innovazione per ottimizzare i processi produttivi, progettare nuove ricette e migliorare quelle esistenti, selezionare ingredienti sicuri, di qualità attraverso rigorosi controlli di filiera, nel segno di un miglioramento continuo dell'offerta che ha al centro l'attenzione agli aspetti nutrizionali e la qualità degli ingredienti. E gli italiani apprezzano questa dedizione per il miglioramento continuo, che intercetta in particolare i trend legati a salute e benessere: lo testimonia il fatto che in 6 anni la gamma Mulino Bianco di prodotti integrali, senza glutine e senza zuccheri aggiunti è cresciuta di oltre il 53% in valore, arrivando, nel 2019, a pesare il 23% sul fatturato totale della marca", spiega.

"Per dare un'idea di questo impegno, dal 2010 ad oggi Mulino Bianco ha riformulato almeno una volta praticamente tutte le sue ricette, eliminando in 8 anni 6.475 tonnellate di grassi, 20.853 tonnellate di grassi saturi, 2.443 tonnellate di sale, 205 tonnellate di zuccheri e tutto questo salvaguardando il gusto superiore che contraddistingue la sua offerta. Inoltre, tutti i prodotti Mulino Bianco sono realizzati senza olio di palma, senza grassi idrogenati, senza additivi conservanti e senza Ogm. La promessa che Mulino Bianco ha lanciato nel 1975 si è concretizzata anche grazie all'utilizzo di ingredienti come il lievito madre, uova fresche da galline allevate a terra, cacao e cioccolato responsabile (sostenendo i progetti della Fondazione Cocoa Horizons e il programma Transparence Cacao), latte fresco solo di alta qualità e italiano, yogurt e marmellate 100% italiane, farina di grano tenero da agricoltura sostenibile in numerosi prodotti", conclude.

0

0

0

0

0

Mulino bianco
Barilla
Donazione
Colazione
Coronavirus
Commenti
Mulino Bianco: 1 mln colazioni donate a Cri, aiuto a chi è in difficoltà
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
BPER Banca, in Veneto 4 borse di studio Fondazione 150
News Successiva
Bologna, sfregia la moglie con coltello rovente