Cultura

Libri d'aMare a Punta Secca

Cinque serate da ricordare

La quinta edizione di Libri d’aMare si è chiusa venerdì sera. La rassegna letteraria di Punta Secca ha salutato l’affezionato pubblico di Piazza Torre dopo cinque serate intense. Libri e autori importanti per una rassegna che sta mostrando potenzialità enormi nonostante la giovane età.

Elio e Franco Losi, Peppino Mazzotta, Simona Lo Iacono, Nadia Terranova e Salvo Toscano sono stati i protagonisti di un racconto unico, vissuto all’insegna della cultura che trasmette messaggi sociali o di stretta attualità. I viaggi della speranza degli italiani dei primi del ‘900 nei racconti di Salvo Toscano e Peppino Mazzotta. Quest’ultimo, interprete dell’ispettore Fazio nella fiction de “Il commissario Montalbano”, ha anche condiviso un breve ma commosso ricordo del regista Alberto Sironi e Andrea Camilleri. La finalista del Premio Strega Nadia Terranova e Simona Lo Iacono hanno portato avanti, con la loro presenza colta e piacevole, il filone delle scrittrici siciliane che Libri d’aMare porta avanti dalle primissime edizioni.

Elio e Franco Losi, ospiti dell’anteprima hanno aperto la strada, con la loro ironia, ad un’edizione che conferma la crescita della rassegna. La stessa crescita riscontrata nelle presenze di bambini ai laboratori del pomeriggio. “Gli spazi curati da realtà diverse, ogni giorno, sono sempre più richieste e chissà che l’anno prossima non verrà ampliata ancora, andando a coprire anche date al di fuori della rassegna” dice Christian Recca, direttore organizzativo, fondatore e titolare della Cartolibreria Excalibur di Santa Croce Camerina. “Un successo da condividere con tutti quelli che ci aiutano ad imbastire la macchina organizzativa – sottolinea Domenico Occhipinti, giornalista e direttore artistico di Libri d’aMare – che nella serata conclusiva ha chiamato sul palco tutti i ragazzi del comitato spontaneo, gli esponenti dell’associazione culturale Libera…Mente e ringraziato gli sponsor privati, il Comune di Santa Croce Camerina e il pubblico”.

Entusiasmo, partecipazione e cura del dettaglio sono gli ingredienti che permettono a Libri d’aMare di distinguersi e ricevere gli apprezzamenti fondamentali a dare la spinta per ripartire, già dall’autunno, a programmare la prossima l’edizione. 

 
Commenta la News