Italia

Papa Francesco

Papa Francesco: Inverno demografico ancora freddo e buio

Il tema della natalità è basilare per invertire l'Italia a partire dalla vita

0

0

0

0

0

Papa Francesco: Inverno demografico ancora freddo e buio Papa Francesco: Inverno demografico ancora freddo e buio

ROMA - ’’Il tema della natalità è basilare per invertire la tendenza e rimettere in moto l’Italia a partire dalla vita’’. Lo ha detto Papa Francesco, intervenendo agli Stati Generali della Natalità. ’’I dati dicono che la maggior parte dei giovani desidera avere dei figli, ma i loro sogni di vita si scontrano con un inverno demografico ancora freddo e buio - ha aggiunto -. Solo la metà dei giovani crede di riuscire ad avere due figli nel corso della vita’’.’’Finalmente in Italia si è deciso di trasformare in legge un assegno, definito unico ed universale, per ogni figlio che nasce. Esprimo apprezzamento alle autorità e auspico che questo assegno venga incontro ai bisogni concreti delle famiglie’’, ha sottolineato il Pontefice.’’Se le famiglie non sono al centro del presente non ci sarà futuro - ha proseguito -. Se le famiglie ripartono, tutto riparte’’.

’’Occorrono politiche familiari di ampio respiro, lungimiranti: non basate sulla ricerca del consenso immediato, ma sulla crescita del bene comune a lungo termine. Qui sta la differenza tra il gestire la cosa pubblica e l’essere buoni politici. Urge offrire ai giovani garanzie di un impiego sufficientemente stabile, sicurezze per la casa, attrattive per non lasciare il Paese’’, ha detto ancora il Papa.

0

0

0

0

0

Freddo
Demografico
Papa
Italpress
Papa francesco
Articolo diItalpress

Collaboratore

Commenti
Papa Francesco: Inverno demografico ancora freddo e buio
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Salvini: sia l'estate dei turisti, non dei migranti che sbarcano
News Successiva
Vaccini, Figliuolo: l'Italia quando fa squadra vince