Attualità

Corsi di tennis gratuiti a Marina di Modica

Lezioni del maestro Rinaldo Scarso

0

0

0

0

0

Corsi di tennis gratuiti a Marina di Modica Corsi di tennis gratuiti a Marina di Modica

I corsi di tennis per bambini a Marina di Modica. Sport e socializzazione i percorsi di crescita. In campo per seguire le lezioni del maestro Scarso

Modica - Continua alacremente l’attività nei corsi di tennis (sono iniziati il mese scorso) promossi dall’Assessorato allo Sport gratuiti per i bambini a Marina di Modica. I corsi si tengono nella struttura comunale di Via dei Fiori a Marina di Modica che viene gestita dallo stesso assessorato. Quest’anno sono presenti di 57 tra bambine e bambini che seguono le lezioni del prof. Rinaldo Scarso, abilitato a tenere le lezioni che i piccoli tennisti seguono con grande interesse e partecipazione lavorando a gruppi. Di buon mattino indossando l’abbigliamento adatto  e accompagnati dai genitori i bambini iniziano le lezioni allenandosi di buona lena.

“Valuto che quest’esperienza, giunta al terzo anno di attività, dichiara l’assessore allo Sport Maria Monisteri, è diventato un appuntamento molto atteso per i bambini che si accostano a questa disciplina. Al di là dell’attività sportiva, che il maestro Rinaldo Scarso cura con particolare perizia e dedizione, i corsi sono importanti per la crescita sociale dei bambini che provengono da ogni angolo d’Italia e frequentandosi hanno la possibilità di dialogare scambiandosi ognuno le proprie esperienze. Ritengo che a quest’età ciò sia un valore aggiunto che la pratica di uno sport sa offrire per favorire una feconda crescita sociale collettiva.”

0

0

0

0

0

Corsi
Tennis
Gratuiti
Marina modica
Rinaldo scarso
Commenti
Corsi di tennis gratuiti a Marina di Modica
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
73 migranti positivi Covid: arriva l'esercito
News Successiva
Marina di Ragusa e la storia della nave affondata