Appuntamenti

Ragusa, concorso per studenti RaccontaMi una storia

Promosso da Ufficio Pastorale per la Salue a Asp e Ammi

0

0

0

0

0

Ragusa, concorso per studenti RaccontaMi una storia Ragusa, concorso per studenti RaccontaMi una storia

L’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute di Ragusa, l’Asp 7, rappresentata dall’hospice dell’ospedale Maria Paternò Arezzo, e l’associazione Ammi, in occasione della XIX Giornata del sollievo, organizzano il concorso artistico “La cura tra le pagine: RaccontaMi una Storia”, dedicato agli studenti frequentanti tutte le scuole di ogni ordine e grado della provincia di Ragusa. “Raccontare ed ascoltare storie – spiega il direttore della Pastorale della salute, don Giorgio Occhipinti – ha un elevato potere educativo e terapeutico, anche quando tutto sembra perduto, in quanto consente di conoscere meglio noi stessi e di affrontare al meglio la realtà che ci circonda. Immergersi in una storia consente di vedere con occhi che non sono i nostri, gustando nuove prospettive e scoprendo nuove risorse e potenzialità.

Sono occhi che, talvolta possono donarci proprio quello che cerchiamo. In questa ottica la narrazione diventa strumento di condivisione e di cura”. “È in questo scenario – continua il vicedirettore della Pastorale della salute, Antonella Battaglia, responsabile dell’hospice oncologico dell’Arezzo – che nasce il desiderio di coinvolgere i giovani nella creazione e produzione di favole o fiabe da raccontare. Obiettivo di ogni anno è contribuire insieme alla cittadinanza alla celebrazione della Giornata nazionale del Sollievo, in quanto occasione per compiere passi in avanti nella diffusione della cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e psicologica in favore di tutti coloro che combattono quotidianamente contro malattie inguaribili”.

“È compito delle cure palliative – prosegue Stefania Antoci, segretario della Pastorale della salute, psicologa e psicoterapeuta – prendersi cura dei pazienti e delle loro famiglie attraverso un approccio globale che risponda alle esigenze fisiche e psicologiche vissute nelle delicate fasi della malattia, rispettando la qualità della vita e la dignità della persona”. Il concorso intende promuovere la forma espressiva, artistica e creativa della scrittura per sviluppare il tema della Speranza, della Lotta, del Sorriso e della Solidarietà per dare sollievo dalla sofferenza, dando agli studenti la possibilità di raccontare attraverso le storie la magia e la potenzialità del prendersi cura. La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti gli studenti frequentanti le classi degli istituti di istruzione della provincia di Ragusa, che potranno presentarsi singolarmente o in gruppo.

Per iscriversi è necessario compilare il modulo d’iscrizione ed inviarlo tramite mail all’indirizzo hospice.ragusa@asp.rg.it Quest’anno la categoria di concorso è unica ed è letteraria: ciascuna opera dovrà rispettare le caratteristiche della fiaba o della favola, non superando i 10.000 caratteri (spazi inclusi). La scadenza per la presentazione è fissata per giorno 10 maggio 2020. Delle opere pervenute sarà effettuata una selezione da una giuria tecnica appositamente nominata. Gli autori delle tre opere migliori riceveranno un premio offerto dai partner e dagli sponsor dell’iniziativa.

0

0

0

0

0

Concorso
Ufficio pastorale ragusa
Raccontami una storia
Concorso studenti iblei
Commenti
Ragusa, concorso per studenti RaccontaMi una storia
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Scicli, Instagram e Business: corso di Gaetano Torrisi
News Successiva
Concetta Castilletti tra i premiati a Ragusani nel Mondo