Intervento di Centopassi

Trivellazioni petrolifere, Modica non può tacere

Entro il 5 ottobre il ricorso al Tar

Sull'avvio imminente di ricerche petrolifere nel territorio del Val di Noto, da parte di una multinazionale petrolifera, tutti i consiglieri modicani di opposizione hanno chiesto la convocazione urgente di un Consiglio comunale. Sulla vicenda interviene Centopassi Modica che segnala la scadenza del 5 ottobre per la presentazione, da parte dei Comuni iblei, del ricorso al TAR contro il decreto regionale.

Gli enti potranno ottenere i chiarimenti tecnicogiuridici del ricorso, nei giorni tra domenica 15 e martedì 17, da parte del costituzionalista Enzo Di Salvatore, che sarà nel territorio per incontrare i Sindaci. Centopassi segnala anche che proprio in queste ore il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a nome di tutto il Governo, ha annunciato l’imminente presentazione di un disegno di legge per bloccare le trivellazioni e, quindi, un netto cambio di rotta per la costruzione di un nuovo modello energetico nel Paese e per un nuovo modello di sviluppo ecosostenibile. Centopassi sollecita l’amministrazione comunale di Modica ad incontrare il prof. Di Salvatore, ed il Presidente del Consiglio di Modica a convocare con la massima celerità, cioè in tempo utile per la presentazione del ricorso, la chiesta seduta del Consiglio Comunale di Modica, dando massima informazione della data e ora fissate, al fine di consentire la più ampia partecipazione dei cittadini.