Politica

Elezioni

Elezioni a Vittoria, Salvo Sallemi candidato a sindaco: una scelta d'amore per la città

Adesso nei quartieri e tra la gente per presentare il nostro programma

0

0

0

0

0

Elezioni a Vittoria, Salvo Sallemi candidato a sindaco: una scelta d'amore per la città Elezioni a Vittoria, Salvo Sallemi candidato a sindaco: una scelta d'amore per la città

Vittoria - E' stata presentata ufficialmente oggi, 20 luglio, la candidatura a sindaco di Vittoria di Salvo Sallemi per Fratelli d'Italia. Nel corso di una partecipata conferenza stampa sono intervenuti: il deputato nazionale di FdI Giovanni Donzelli, l'assessore regionale al Turismo Manlio Messina, il sindaco di Catania, nonché coordinatore isolano di FdI, Salvo Pogliese, e il coordinatore cittadino di FdI Alfredo Vinciguerra. Nella sala dell'hotel Mida a Scoglitti Sallemi ha presentato le ragioni della sua candidatura, I punti programmatici fondamentali e ha illustrato come si snoderà una campagna elettorale basata sull'ascolto dei cittadini e sulla proposta di un progetto amministrativo chiaro e articolato.

Giovanni Donzelli, nel corso del suo intervento, ha ricordato l'anno 2001 quando aveva lavorato a Scoglitti in un villaggio vacanze e ha posto l'accento proprio sul potenziale turistico ancora inespresso: “Questa città ha bellezze che non hanno nulla da invidiare a quelle di altre località turistiche. Adesso ha bisogno di un sindaco e di un'amministrazione capaci di far sviluppare il territorio”. Anche Manlio Messina ha parlato del grande potenziale turistico della città che va sostenuto così come Salvo Pogliese il quale ha rimarcato la sinergia possibile tra Vittoria e l'area etnea specie in attesa di opere infrastrutturali importanti come la Ragusa – Catania. “Non è un caso – ha spiegato Salvo Sallemi – se oggi ho presentato la mia candidatura proprio a Scoglitti.

Credo fermamente che questo territorio sia una risorsa preziosa e importante da curare e valorizzare: ci sono imprenditori capaci che ogni giorno investono energie e risorse ma che si scontrano con decenni di abbandono e difficoltà ataviche. La scorsa amministrazione aveva iniziato un lavoro importante sotto il profilo turistico: basti pensare ai finanziamenti finalmente acquisiti per il nuovo lungomare e per la piccola pesca. Occorre ripartire da lì: abbiamo milioni di euro di finanziamenti per opere pubbliche che però in 2 anni di commissariamento non sono mai partite. Sarà nostro compito far partire i cantieri e creare sviluppo e lavoro”. “Noi vogliamo essere concreti e seri con la gente – ha proseguito Sallemi – e da oggi gireremo tutti i quartieri della città sia per ascoltare sia per proporre il nostro programma che sarà molto snello: in pochi punti abbiamo chiaro cosa fare per ricostruire Vittoria e Scoglitti.

Oltre le opere pubbliche serve intervenire sul problema dell'acqua, ricercando finanziamenti mirato, sulla situazione delle nostre strade, sulla raccolta dei rifiuti che va migliorata e sulla tutela dell'ambiente contrastando le odiose discariche abusive che deturpano il territorio. Inoltre lo sviluppo della città non può prescindere dall'agricoltura, dal sostegno ai produttori e alle produzioni d'eccellenza e dalla attenzione che deve essere riservata nel sistema dei prezzi tutelando le nostre imprese agricole dalle storture del mercato globale e serve rilanciare il mercato ortofrutticolo che è una delle più grandi e importanti strutture del settore a livello nazionale". "E poi dobbiamo puntare a sostenere il commercio e la cultura: il nostro teatro è chiuso da due anni ed è una ferita aperta per la città.

Mi sono candidato per una scelta d'amore e di cuore – ha concluso Sallemi – perché sono innamorato di Vittoria e Scoglitti e perché voglio che qui possa scegliere di crescere e vivere mia figlia. Condurremo una campagna elettorale serena e con il sorriso sulle labbra, pronti ad ascoltare tutti e ad aggregare le forze sane che vogliono il riscatto della città”.

0

0

0

0

0

Salvo sallemi
Candidatura
Elezioni
Sindaco
Commenti
Elezioni a Vittoria, Salvo Sallemi candidato a sindaco: una scelta d'amore per la città

Massimo Stefanacci

Vorrei che non venisse come al solito tralasciata la zona di Kamarina serve un progetto per riqualificare la zona un depuratore nelle vicinanze del fiume che tuteli il meraviglioso mare che in molti si sono dimenticati. Non serve il depuratore su Vittoria se poi viene scaricato di tutto nei restanti km per arrivare al mare .

Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
M5S torna a riunirsi nel Villaggio Rousseau
News Successiva
Renzi: "Ferragni icona mondiale, dovremmo ringraziarla per visita a Uffizi"