Sport

Il Lecce passa al Franchi, la Mantia stende la Fiorentina

Grazie a una rete di La Mantia

0

0

0

0

0

Il Lecce passa al Franchi, la Mantia stende la Fiorentina Il Lecce passa al Franchi, la Mantia stende la Fiorentina

Il Lecce espugna il "Franchi" di Firenze grazie a una rete di La Mantia, infliggendo cosi' alla Fiorentina la sua terza sconfitta consecutiva, meritata come le due precedenti.

Sul banco degli imputati finisce suo malgrado Vincenzo Montella il cui futuro sotto la gestione del presidente Rocco Commisso potrebbe avere le ore contate. La squadra salentina di contro mette a referto per la propria classifica l'undicesimo punto in trasferta sui quattordici che ha ottenuto complessivamente, confermandosi formazione di personalita' e determinazione. La squadra viola, priva di Chiesa e Pezzella, ha fatto ancora una volta particolarmente fatica a organizzare una fluida manovra di gioco. Se a cio' si aggiunge che Ribery, uscito al termine del primo tempo per infortunio, ha offerto la peggior pagina dei suoi primi 3 mesi in maglia gigliata, non deve sorprendere che sia stato il Lecce, coperto e guardingo nella prima parte di gara, a sbloccare il risultato, al 4' della ripresa, con La Mantia pronto a raccogliere un assist di Farias.

La Fiorentina avrebbe potuto pareggiare subito ma ci ha pensato un Gabriel reattivo a respingere la doppia conclusione di Vlahovic fra il 52' ed il 54'. Montella ha gettato nella mischia pure Ghezzal e Pedro ma Vlahovic ha sprecato un'altra bella chance e nel finale l'ex Babacar fallisce il raddoppio, solo davanti a Dragowski.

0

0

0

0

0

LeccePassaFranchiMantiaStendeFiorentina
Commenti
Il Lecce passa al Franchi, la Mantia stende la Fiorentina
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Juve, Sarri: Sassuolo pericoloso, Cr7 risorsa immensa
News Successiva
Marta Bassino vince il gigante di Killington, seconda la Brignone