Appuntamenti

ChocoModica 2019 è anche sociale: contro gioco d'azzardo

Un triste primato in Sicilia

0

0

0

0

0

ChocoModica 2019 è anche sociale: contro gioco d'azzardo ChocoModica 2019 è anche sociale: contro gioco d'azzardo

ChocoModica 2019 ha un risvolto “sociale” nel senso più nobile del termine. Questo grazie alla collaborazione con l’ASP di Ragusa attraverso l’U.O.C. delle dipendenze patologiche coordinata dalla dottoressa Giovanna Strada che porterà giorno 5 e 6 dicembre in occasione di ChocoModica il proprio camper dove una equipe composta da medici, psicologi, assistenti sanitari, assistenti sociali, educatori, infermieri si occuperà di diagnosi e cura del gioco d'azzardo patologico. Un fenomeno dove la Sicilia ha un triste primato.

Nel 2018 è stato realizzato uno studio sul gioco d'azzardo realizzato dall'Istituto superiore di sanità in accordo con l'Agenzia delle dogane e dei monopoli. Da questo report è emerso che più di un italiano su tre ha giocato almeno una volta nel corso dell'anno. Lo studio ha evidenziato anche come sia al sud e nelle isole, in particolar modo in Sicilia, la maggior presenza di soggetti a rischio di ludopatia. “Siamo stati ben felici – commenta il Direttore del CTCM Nino Scivoletto – di raccogliere l’invito dell’ASP per essere presenti all’interno della nostra manifestazione. Vogliamo che il grande pubblico possa avvicinarsi a questa triste realtà che spesso sembra non interessarci da vicino. Purtroppo ci accorgiamo che può interessare chiunque, un nostro caro, un nostro amico, un nostro vicino di casa.

Grazie al confronto con l’equipe specializzata si scopriranno tanti aspetti sorprendenti di questa patologia che rovina la vita della persona. Invito tutti i nostri visitatori a soffermarsi qualche minuti presso il camper che troveranno in Corso Umberto, saranno minuti sicuramente ben spesi”. 

0

0

0

0

0

Chocomodica
2019
Socialegioco
Dazzardo
Commenti
ChocoModica 2019 è anche sociale: contro gioco d'azzardo
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Una settimana non di più a Ragusa
News Successiva
Natale 2019 e il presepe vivente nel centro storico superiore