Medicina

Colpo della strega: quali sono i sintomi? Cause, rimedi e cura

Ecco come riconoscere il colpo della strega

Colpo della strega, Cos'è? Quali sono i sintomi? Cause, rimedi e cura. Il colpo della strega è un dolore forte ed improvviso che si manifesta in fondo alla schiena. La causa del colpo della strega è legata ad uno sforzo fisico troppo inteso.

A differenza del comune mal di schiena, il colpo della strega è una lombalgia più rara, acuta, dolorosissima. Il dolore si manifesta in modo così violento da rendere complicato qualsiasi movimento, tanto che la persona colpita solitamente resta con la schiena arcuata in avanti, rigida nella posizione in cui ha avvertito la comparsa del dolore, alla ricerca di un appoggio per trovare un po’ di sollievo. Ma c'è anche chi, invece di rilassare la muscolatura, tende ad alzarsi di scatto, col rischio di causare lesioni sia a livello muscolare che osteoarticolare.

La causa effettiva, può essere legata ad uno sforzo fisico scorretto che determina lo spostamento delle vertebre e la contrattura muscolare o può essere dovuto ad una regolare attività o vita sedentaria che determina un'infiammazione a muscoli e articolazioni non abituati al movimento. Colpevoli sono anche una postura non corretta, lo stare seduti per molti ore davanti al PC, un colpo di freddo improvviso o un'eccessiva aria condizionata in estate. Vi sono però anche cause fisiologiche come obesità, gravidanza e allattamento o patologiche come osteoporosi, disidratazione, degenerazioni artrosiche vertebrali, torsione della schiena, ernia del disco o spondilolistesi, una malattia che provoca lo scivolamento di una vertebra sull’altra.

Prima di procedere con la cura del colpo della strega occorre fare una buona diagnosi e quindi occorre effettuare una visita medica specialistica ed eventuali esami diagnostici prescritti (RX, TAC, RMN). Spesso per la cura del colpo di strega dal medico vengono prescritti e utilizzati analgesici, come il paracetamolo, antinfiammatori non steroidei (es. ibuprofene e nimesulide) o antispastici per sciogliere la contrazione muscolare. Per i primi 1 o 2 giorni è consigliabile tenere una posizione comoda senza però giacervi per troppo tempo. Ogni 2-3 ore, infatti, si consiglia di fare una passeggiata o un leggero stretching per poi tornare a riposare.

Possibile, inoltre, ricorrere alle cure di osteopati, chiropratici o fisioterapisti, che mettono in pratica manipolazioni e massaggi decontratturanti. Tra i rimedi che possono dare sollievo quando si viene colpiti dal colpo della strega cè anche quello di fare impacchi caldi (ad esempio poggiare la borsa d’acqua calda sulla parte dolente per 15-20 minuti ogni 2-3 ore, fare un bagno caldo) per distendere la muscolatura della schiena e ridurre il dolore causato dallo spasmo muscolare. Il calore, tuttavia, non andrebbe usato in presenza di un processo infiammatorio in corso, quindi in presenza di un’area della pelle arrossata: in questi casi è più indicato un impacco freddo per 10-15 minuti ogni 2-3 ore.