Libro

Marina di Ragusa, successo per Della Antipatia

Serata organizzata dall'editrice Opera Incerta

E’ stata un successo la serata organizzata presso il circolo nautico Andrea Doria di Marina di Ragusa per la presentazione del libro ‘Della antipatia’ edito da Operaincerta e il cui ricavato, detratte le spese editoriali, è stato destinato all’associazione ‘Così come sei onlus’ di Ragusa.

Infatti ben 200 copie del libro sono andate a ruba nel corso della serata tanto da lasciare a mani vuote molti partecipanti che ne avrebbero voluto una copia. La serata è stata condotta con la consueta piacevole affabulazione sulla genesi del libro da Saro Distefano, animatore della casa editrice e dal quale è nata l’idea di questa ‘simpatica’, nonostante il titolo, operazione editoriale e della decisione di destinare il ricavato ad una associazione onlus, coniugando al meglio cultura e solidarietà. Nel corso del suo intervento, Agnese Alberghina, presidente di ‘Così come sei onlus’ ha voluto ricordare come è nata l’associazione, che ha scelto come suo logo “inclusione e diverse abilità” ed ha invitato i presenti a visitare la nuova sede di via Ettore Fieramosca 32, dove si svolgono le attività di sostegno per bambini ragazzi e giovani diversamente abili.

La presidente Agnese ha voluto anche ringraziare di cuore sia l’editrice Operaincerta che gli autori di racconti e saggi per la disponibilità a favore dell’associazione. E’ stato invece compito della prefattrice Cettina Flaccavento entrare nel campo più propriamente letterario e sulla valenza dei testi. Ricordiamo che il libro consta di trentotto contributi ed ha visto all’opera trentanove autori (un racconto è stato scritto a quattro mani). E infine, la nostra associazione ‘Così come sei onlus’ intende ringraziare gli autori ancora una volta citandoli insieme ai loro contributi: Gaetano Accardi – Buongiorno; Aldo Adamo – Maccabuolopatia; Cesare Ammendola – Josef; Carmelo Arezzo – Quell’antipatico del vegetariano; Gaetano Arezzo – L’antipatico; Giovanni Bellina – Antipatico e Simpatica; Carlo Blangiforti – Antipatizzanti Anonimi; Katia Blasco – L’idrovora da salotto; Gianni Brinch – L’incrocio; Vito Campo – L’erba del vicino; Alessandro Cangemi – L’antipatia e la sua ineluttabilità; Amelia Cartia – Il bacio; Giuseppe Cultrera – Tre in filosofia; Alessandro D’Amato – L’età dell’antipatia per la memoria; Rosalba Diquattro – Le insopportabili; Costanza Diquattro – Immaginare simpatico l’antipatico; Gaudenzia Flaccavento – Intorno a Don Paolo Labisi; Giuliana Gambuzza – Un’antipatica allergia; Pippo Gurrieri – Strategie di autodifesa dall’antipatia; Lorenzo Guardiano – Cicuta; Giuseppe Nuccio Iacono – Il Pozzo di Rebecca; Vincenzo Lamonica – Un nano alla corte di re Sole; Bruno Occhipinti – Anti-patia versus sim-patia; Emanuele Occhipinti – Libera nos a malo; Silvia Occhipinti – La puntura di Venditti; Andrea G. Parasiliti – Sciascia, che Dio ce ne liberi; Pippo Pitrolo – Haters?

No, sfigati!; Giuseppe Platania – Esercizio di decostruzione; Gianni Raniolo – Dimenticanze; Maurizio Re – Antipatia è Antipatia!; Sergio Russo – Philip Marlowe, Detective Privato; Anna e Saverio Scerra – Il regno delle due antipatie; Giuseppe Traina – Polvere; Stefano Vaccaro – Morire d’antipatia; Giorgio Veninata – L’antipatico incognito; Donatella Ventura – Ma tu perché ritorni a tanta noia?; Clara Vitale – Antipatici riluttanti; Saro Distefano – Gettiamo le fondamenta. Doveroso citare infine Roberto Sica a cui si deve il momento finale conviviale grazie alle ‘bollicine’ da lui offerte.