Se ne riparlerà il primo di ottobre

Nuova tassa soggiorno a Modica, Cna plaude dopo il rinvio

Fatte valere le esigenze del comparto

Il rinvio al primo di ottobre della nuova tassa di soggiorno a Modica fa registrare il plauso della Cna. “Ringraziamo – affermano il presidente, Giovanni Colombo, con il responsabile organizzativo, Carmelo Caccamo, oltre che con Alessandro Di Martino, responsabile Turismo della Cna territoriale di Ragusa – l’amministrazione comunale e, in particolare, il sindaco Abbate e l’assessore a Maria Monisteri”.

Durante la riunione tenutasi a palazzo San Domenico, la Cna si è in pratica trovata di fronte la Giunta municipale al completo con il sindaco che ha tenuto a precisare che l’associazione di categoria è punto di riferimento per gli operatori della città e che per questo motivo era opportuno potere contare sulla presenza di tutti i componenti della squadra assessoriale. All’incontro, oltre al sindaco, c’era in particolare l’assessore al Turismo Maria Monisteri. Mentre la Cna, oltre che da Caccamo e Di Martino, era rappresentata da alcuni operatori. “La Cna – dicono Caccamo e Di Martino – ha messo in rilievo le istanze degli operatori, chiarendo che un aumento dell’imposta di soggiorno nel corso della stagione e delle prenotazioni sarebbe stato un atto di poca attenzione nei confronti dei turisti che vengono a trovarci.

Ci siamo battuti in quanto la campagna promozionale per i turisti era stata avviata con determinati prezzi e i tour operator si sarebbero potuti irrigidire a fronte di un incremento della tassazione in corso d’opera. Siamo soddisfatti per avere ottenuto un grande risultato su questa delicata vicenda”. Aggiunge Di Martino: “E’ ovvio che più saranno le strutture ricettive extralberghiere ad associarsi alla Cna, maggiore sarà l’opportunità che avremo di fare valere le esigenze del comparto nei confronti delle istituzioni. E ciò avverrà grazie al contributo di tutti”.