Benessere

Tiroide, disturbi e sintomi: ipertiroidismo e ipotiroidismo

Produce ormoni importanti per l'organismo

La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla che si trova sulla parte anteriore del collo che controlla funzioni importanti per il benessere dell’organismo. La tiroide produce ormoni che regolano il respiro, il battito cardiaco, la digestione, la temperatura corporea.

Se la tiroide non funziona bene si possono avere diversi problemi. Ma come si fa a capire se la tiroide non funziona bene? Quali sono i sintomi più evidenti che devono far capire che bisogna effettuare degli esami diagnostici? I disturbi tiroidei possono causare un’ampia varietà di sintomi, apparentemente svincolati l’uno dall’altro, come cambiamenti drastici e rapidi di peso, mancanza di energia, difficoltà di digestione, alterazioni dell’umore. Un malfunzionamento della tiroide può dar vita all’ipertiroidismo e all’ipotiroidismo, vediamo cosa sono e i sintomi.

Ipertiroidismo: se la tiroide è troppo attiva, produce quantità di ormoni in eccesso rispetto al fabbisogno dell’organismo. Questa condizione si chiama ipertiroidismo. È più comune nelle donne, in soggetti con altri problemi tiroidei e dopo i 60 anni. Il morbo di Basedow-Graves, un disturbo autoimmune, ne è la causa più frequente. Tra le altre cause, si annoverano i noduli tiroidei, le tiroiditi, l’eccessivo consumo di iodio e l’assunzione di quantità eccessive di ormoni tiroidei. I sintomi variano da soggetto a soggetto. Possono includere: nervosismo o irritabilità, sbalzi di umore, stanchezza o debolezza muscolare, intolleranza al caldo, disturbi del sonno, tremori delle mani, polso accelerato e irregolare, stitichezza o diarrea, perdita di peso, gozzo, ossia ingrossamento della tiroide causante un gonfiore del collo.

Ipotiroidismo: se la tiroide non produce abbastanza, gli ormoni tiroidei sono insufficienti a coprire il fabbisogno dell’organismo. Questa condizione è detta ipotiroidismo. È più comune nelle donne, in soggetti con altri problemi tiroidei e dopo i 60 anni. Il morbo di Hashimoto, un disturbo autoimmunitario, ne è la causa più frequente. Tra le altre cause, ci possono essere noduli tiroidei, tiroiditi, ipotiroidismo congenito, rimozione chirurgica di parte o di tutta la tiroide, radioterapia della tiroide e alcuni farmaci. I sintomi variano da soggetto a soggetto. Possono includere: stanchezza, aumento di peso, faccia gonfia, intolleranza al freddo, dolore articolare e muscolare, stipsi, pelle secca, capelli secchi e fini, sudorazione ridotta, perdite mestruali abbondanti o irregolari e problemi di fertilità, depressione, riduzione della frequenza cardiaca.