Comuni

Tutte le sezioni

Nicolò Cafaro in concerto a Modica

Appuntamenti
03/06/2019 - 13:05

Il prossimo concerto nel programma dell’Associazione Mozart Italia sede di Modica sarà quello dedicato alle nuove generazioni, grazie al progetto Ami Giovani, e vedrà la presenza di un grande talento musicale, già eccellenza italiana nel mondo pianistico: il giovanissimo Nicolò Cafaro. L’appuntamento è per giovedì 6 giugno alle ore 19.30 all’Auditorium Pietro Floridia.

Per Nicolò Cafaro, nato a Catania e allievo dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Vincenzo Bellini di Catania, è imminente un impegno prestigioso: è infatti uno dei due unici italiani ad essere stati selezionati per partecipare al Concorso Internazionale Ferruccio Busoni che si terrà a brevissimo. Per l’Associazione Mozart Italia sede di Modica, Cafaro proporrà un repertorio intenso e significativo, che attraverserà innanzitutto la grande letteratura romantica – con la Sonata n.2 in si bemolle minore, op. 35 di Chopin e Sette fantasie, op.116, n.2-3-4 di Brahms - e incontrerà poi tutte le sfumature e le sonorità con i Préludes - Premiere livre n. 5 e 6 e Deuxime livre n. 12 - di Debussy, con la Sonatina seconda, KV259 di Busoni e con la Sonata n.7 in si bemolle maggiore op.83 di Prokofiev.

A fare da piccola ouverture al concerto di Cafaro, ci sarà l’esibizione del Coro Monti Iblei patrocinato dall’ International Inner Wheel e diretto da Giovanna Rizza: giovanissimi cantori che incontrano periodicamente la musica come esperienza formativa per la loro crescita. “Anche quest’anno – spiega la presidente di Ami Modica Anna Maria Spoto – abbiamo mantenuto fede all’impegno di dedicare, nella costruzione del nostro programma artistico, un appuntamento ad Ami Giovani, incoraggiando questo progetto rivolto al futuro della musica e dell’arte. Così in verità stiamo facendo con l’intera programmazione musicale che, come abbiamo detto più volte, immaginiamo sempre più audace, in termini di spazio ai nuovi talenti, e sempre più capace di coinvolgere i giovani anche nell’uditorio”.