Comuni

Tutte le sezioni

Cava dei Modicani, ordinanza di proroga fino al 31 luglio

Attualità
02/04/2019 - 05:00

Il Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa Salvatore Piazza, al termine della conferenza di servizio indetta per affrontare la problematica relativa alla prosecuzione dell’esercizio dell’impianto di TMB di contrada ‘Cava dei Modicani’ di Ragusa, ha emesso un’ordinanza per la prosecuzione temporanea sino al 31 luglio 2019, data ultimo del suo mandato amministrativo.

L’ordinanza è corredata dei pareri tecnici dell’Arpa Ragusa, dell’Asp di Ragusa e della Srr Ragusa in forma di vigenza di gestione commissariale degli impianti. Nella stessa ordinanza il Commissario Piazza, facendo seguito alla direttiva emessa dal Dipartimento Rifiuti ed Energia dello scorso 27 marzo ha proceduto ad individuare un commissario della Srr Ragusa, sentito il presidente del CdA Giuseppe Cassì, che ha il compito di assicurare il funzionamento del servizio, in sostituzione dell’ing. Nicola Russo che la Regione non ha potuto più prorogare. La scelta è caduta sul sindaco di Giarratana, Bartolo Giaquinta, componente del CdA della Srr Ragusa e che rappresenta tra i sindaci la memoria storica del funzionamento della discarica prima e dell’impianto di Tmb di Cava dei Modicani di Ragusa.

“Il provvedimento di prosecuzione del servizio dell’impianto di TMB di ‘Cava dei Modicani’ di Ragusa – spiega il commissario straordinario dell’ex provincia di Ragusa, Salvatore Piazza – si è reso necessario per l’eccezionale urgenza e improrogabilità dell’intervento, in relazione alla previsione di danno incombente e di impossibilità di provvedere con gli ordinari mezzi offerti dalla legislazione ordinaria. L’adozione del provvedimento è legittimata anche per assicurare la tutela della salute pubblica e dell’ambiente con provvedimento limitato nel tempo e nell’ambito del territorio provinciale di Ragusa servito dall’impianto TMB di “Cava dei Modicani” a Ragusa”.